ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Atti di sindacato ispettivo

L'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, quale unica Autorità di regolazione tecnica, certificaione, vigilanza e controllo nel settore dell'aviazione civile in Italia, è interpellato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per il tramite dell'Ufficio Legislativo, nel caso in cui quest'ultimo debba rispondere in Parlamento su questioni relative alle materie di competenza Enac.

Gli atti ispettivi che sono presentati dai rappresentanti dei due rami del Parlamento sono classificati in diverse categorie, ognuna delle quali è identificata da specifici codici numerici composti di due parti separate da un trattino: la prima identifica la tipologia di atto ispettivo, la seconda rappresenta il numero progressivo.

Interrogazione

L’interrogazione consiste nella semplice domanda, rivolta per iscritto, se un fatto sia vero, se alcuna informazione sia Giunta al Governo, o sia esatta, se il Governo intenda comunicare alla Camera documenti o notizie o abbia preso o stia per prendere alcun provvedimento su un oggetto determinato (articolo 128, comma 2, Regolamento della Camera dei Deputati).

Le interrogazioni sono identificate con un codice numerico formato da una prima parte (3,4,5) che definisce la tipologia di interrogazione e da una seconda stringa numerica che le ordina in modo cronologico.
Il numero 3 indica le interrogazioni parlamentari a risposta orale, 4 a risposta scritta, 5 le interrogazioni a risposta in Commissione competente per materia.

Alle istanze dei parlamentari è necessario fornire riscontro in un arco temporale che va dai 15 ai 20 giorni in considerazione della tipologia di interrogazione e del suo inserimento in agenda parlamentare.

Esiste una tipologia di interrogazione “a risposta immediata” (question time) che deve essere soddisfatta in modo tempestivo; generalmente, queste richieste vengono presentate dai parlamentari il mercoledì (il giovedì quelle a risposta immediata poste in Commissione) ed ottengono riscontro il giorno dopo.

Interpellanza

L’interpellanza consiste nella domanda, rivolta per iscritto, circa i motivi o gli intendimenti della condotta del Governo in questioni che riguardino determinati aspetti della sua politica (articolo 136, comma 2, Regolamento della Camera dei Deputati). Le interpellanze parlamentari, il cui codice identificativo è il numero 2, devono essere soddisfatte in 15 giorni.


Pagina aggiornata al 22 novembre 2011

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna