ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Fonti di inquinamento

Gli aeromobili possono condizionare l'atmosfera ad alta quota, la qualità della vita delle popolazioni che vivono nelle vicinanze degli aeroporti, il nostro patrimonio naturale.

Le fonti di inquinamento attribuibili al sistema aviazione e quindi alla crescita del traffico aereo sono:

  • il rumore
  • le emissioni gassose
  • altri fattori inquinanti

Per quanto riguarda il rumore, gli studi condotti dimostrano che il fastidio percepito dalla popolazione che risiede nell'area circostante gli aeroporti varia a seconda della persona e del tipo di collettività. Esso dipende da molti fattori, quali ad esempio le condizioni socio-economiche, le abitudini di vita e persino le situazioni politico-istituzionali locali.

L'immagina mostra le diverse emissioni gassose prodotte dagli aeromobiliE' evidente, quindi, come sia necessario definire il clima acustico intorno all'aeroporto mediante criteri oggettivi e misurabili.

I motori degli aerei producono emissioni gassose:ossido di azoto (NOX), monossido di carbonio (CO), anidride carbonica (CO"), fumo.

Gli effetti ricadono su:

  • i cambiamenti climatici (alta quota)
  • la qualità dell'aria locale
  • le aree circostanti l'aeroporto

L'impatto dell'aviazione ad alta quota, noto come effetto serra, è legato alla produzione di anidride carbonica. A bassa quota invece i maggiori responsabili dell'inquinamento sono gli ossidi di azoto, il cui effetto sull'ambiente si aggiunge a quello sul rumore.

In sintesi gli aeromobili possono condizionare l'atmosfera ad alta quota, la qualità della vita delle popolazioni che vivono nelle vicinanze degli aeroporti, il patrimonio naturale della nostra nazione.

L'attenzione delle Autorità dell'aviazione civile e delle organizzazioni internazionali è concentrata a ridurre le conseguenze relative al rumore ed alle emissioni gassose che determinano impatti ambientali, sia livello locale (rumore ed emissioni), che a livello globale (emissioni).

Per ottenere miglioramenti ambientali vanno adottati due metodi: un approccio sistematico di tipo integrato ed interventi mirati alle singole componenti: già da tempo, l'esigenza di affrontare in modo strutturato le tematiche ambientali nelle varie attività, sia produttive che di servizio, ha portato alla definizione del concetto di gestione ambientale integrata. Il rapporto con l'ambiente non è più in funzione dei singoli comparti di inquinamento (emissione gassose, rumore, roduzione di rifiuti, ecc.), ma si attua mediante una politica ambientale che tenga conto globalmente di tutti gli aspetti.

Questo nuovo orientamento trova ampia attuazione nella diffusione crescente della norma internazionale ISO 4001 sui sistemi di gestione ambientale e del Regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 25 novembre 2009 "sull'adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS)" e nel sempre più vivo interesse per politiche ambientali di tipo integrato.

La norma ISO 14001 definisce il sistema di gestione ambientale come:
la parte del sistema di gestione aziendale che comprende la struttura organizzativa, le attività di pianificazione, le responsabilità, le prassi, le procedure, i processi, le risorse per elaborare, mettere in atto, conseguire, riesaminare e mantenere la politica ambientale.

Il sistema di gestione ambientale offre un procedimento strutturato volto ad ottenere un miglioramento continuo, nei tempio e nell'estensione stabiliti dall'organizzazione della scuola.

L'adozione di un approccio sistematico determina un certo miglioramento delle prestazioni ambientali, ma costituisce soprattutto un strumento che consente di raggiungere e di tenere sotto controllo sistematicamente il livello di prestazione ambientale prefissato. Alla base dei sistemi di gestione ambientale è la definizione di una politica ambientale, ossia un quadro di riferimento nel cui ambito impostare le attività e definire gli obiettivi ambientali. In altre parole è la missione aziendale nei confronti dell'ambiente e costituisce l'impegno formale che l'azienda assume nei confronti del miglioramento continuo della tutela dell'ambiente.

La missione dell'Enac è diretta a prevenire, ridurre ed evitare che lo sviluppo del trasporto aereo comporti un danno per l'ambiente. In tale contesto Enac, in coerenza con il quadro internazionale, sviluppa interventi per il miglioramento delle condizioni ambientali coniugando, in modo bilanciato, gli interessi dell'aviazione con le esigenze ambientali della collettività.

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna