ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Attività internazionali

Le Autorità dell'aviazione civile del mondo e le organizzazioni internazionali di settore sono impegnate ad affrontare congiuntamente la sfida di coniugare le esigenze del trasporto aereo con le ragioni dell'ambiente.

Gli obiettivi sono quelli di ridurre:

  • il rumore
  • l'impatto delle emissioni gassose sul clima globale
  • l'impatto delle emissioni gassose sulla qualità dell'aria locale

L'attività internazionale in materia di rumore ha prodotto un pacchetto di norme internazionali, sia per gli aspetti relativi alla certificazione acustica degli aeromobili, che per gli aspetti di mitigazione del rumore nell'area circostante l'aeroporto.

Le norme internazionali coprono anche gli aspetti relativi alla certificazione degli aeromobili per le emissioni gassose.
Una intensa attività è in corso sulle tematiche legate al clima globale ed alla qualità dell'aria locale.

Il cambiamento climatico è uno dei temi più dibattuti dalle istituzioni, dai mass media e dall'industria, e le istanze ambientaliste stanno esercitando una pressione sempre più evidente sull'opinione pubblica. Per il climate change, la Convenzione Quadro sui Cambiamenti Climatici delle Nazioni Unite (UNFCCC) ed il Protocollo di Kyoto hanno definito le misure per tenere sotto controllo gli impatti ambientali dovuti alle attività industriali.

Il Protocollo di Kyoto, adottato nel 97, è stato ratificato da 102 Stati nel mondo, ed è entrato in vigori nell'U.E. il 16 febbraio 2005. In particolare, esso ha posto le basi tecnico-giuridiche per la riduzione dei gas a effetto serra, responsabili del riscaldamento globale, prevedendo un innovativo meccanismo di mercato, l'Emission Trading System, finalizzato a invertire la costante crescita dell' anidride carbonica.

Il Protocollo di Kyoto stabilisce che i Paesi industrializzati, durante il primo "periodo di mandato" dal 2008 al 2012, devono ridurre le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 5.2%, rispetto ai valori di riferimento del 1990. Per l'Italia il target è la riduzione delle emissioni del 6,5%, rispetto ai livelli di emissione del 1990.

Nel primo periodo di mandato non sono state prese in considerazione le emissioni derivanti dall'utilizzo di combustibile nel trasporto aereo. Però il Protocollo ha incaricato l'ICAO (International Civil Aviation Organization) di definire le misure per limitare le emissioni gassose.

L'Enac partecipa attivamente alle attività di settore in ambito internazionale, ponendo particolare attenzione alle attività dell'ICAO e dell'Unione Europea

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Politiche ambientali

Torna alla navigazione interna