ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Studio e ricerca

 Alla base della prevenzione dei danni ambientali vi è lo sviluppo di progetti di studio e di ricerca.

L'Enac intende dare una nuova impostazione alla gestione delle tematiche ambientali, considerando fondamentale costruire il domani, creare gli strumenti per misurare l'impatto ambientale, in ultima analisi prevenire i danni ambientali senza penalizzare l'aviazione.

Alla base della prevenzione è posto lo sviluppo di progetti di studio e ricerca interdisciplinari per supportare l'innovazione tecnologica, per valutare gli effetti delle emissioni e del rumore sulla salute dei cittadini, per individuare criteri adeguati per la pianificazione aeroportuale, il disegno di efficaci architetture dello spazio aereo, nonchè per una corretta gestione ambientale del territorio.

Da quanto esposto risulta chiara l'esigenza di un piano di interventi per perseguire due linee strategiche:

  • incentivare lo sviluppo di studi, strumenti e metodologie finalizzati a minimizzare l'impatto ambientale sugli aeroporti e sul clima, anche nel quadro delle attività promosse dalle organizzazioni internazionali
  • potenziare lo sviluppo della ricerca e l'innovazione tecnologica nel settore aeronautico per un elevato livello di protezione dell'ambiente

Immagine di un tecnico che verifica l'efficienza di un motoreGli interventi perseguono gli obiettivi della riduzione dell'impatto ambientale, e cioè l'ecocompatibilità in termini inquinanti (CO2, NOx, altri fattori) e del controllo del rumore mediante:

  1. lo sviluppo di metodologie di valutazione
  2. il lancio di iniziative di innovazione tecnologica
  3. l'incremento delle prestazioni ambientali degli aeroporti, della gestione del traffico aereo, delle operazioni di volo

L'attuazione del piano prevede uno stretto coordinamento tra Enac, Ministero dell'Ambiente, ISPRA (ex APAT), ENEA, ENAV, l'industria nazionale, le università ed i centri di ricerca. Prevede inoltre l'armonizzazione degli investimenti nazionali, per evitare la dispersione dell'impegno e la frammentazione delle iniziative.

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Politiche ambientali

Torna alla navigazione interna