ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Come conseguire l'idoneità

Per lo svolgimento dell'attività di prestatore di servizi a terzi o in autoproduzione è necessario che l'operatore consegua il certificato da parte dell'Enac (Allegato 11 della circolare APT 02B) il quale attesta che l'impresa possiede i requisiti d'idoneità previsti dall'articolo 13 del decreto legislativo n. 18 del 1999. Al certificato è allegata la specifica (Allegato 12 della circolare APT 02B) in cui sono individuati gli aeroporti e le categorie per le quali l'handler è autorizzato ad operare in relazione all'organizzazione posseduta per lo specifico servizio. La durata del certificato, cui è vincolata anche la specifica, è di tre anni ed è rinnovabile a seguito della richiesta da parte dell'operatore e all'esito positivo degli accertamenti condotti dall'Enac.

Al fine di conseguire il certificato, l'impresa deve presentare alla Direzione Aeroportuale di competenza apposita domanda in bollo, redatta in lingua italiana, trasmessa in copia alla Direzione Gestioni Aeroportuali e alla Società di gestione aeroportuale dell'aeroporto presso il quale intende operare.

Per le Società di gestioni aeroportuali che svolgono altresì servizi di assistenza a terra sono stati predisposti appositi schemi di domanda e di dichiarazione sostitutiva di notorietà per il conseguimento della certificazione di idoneità, al fine di evitare documentazione già agli atti dell'Enac.

Qualora un prestatore intenda operare contemporaneamente su più aeroporti, deve presentare la domanda alla Direzione Aeroportuale dove prevede di raggiungere il maggior volume d'affari e, per conoscenza, alle altre Direzioni Aeroportuali coinvolte, nonché alla Direzione Gestioni Aeroportuali e alle Società di gestione.

Alla domanda dovranno essere allegati:

  • Documentazione societaria:
    • atto costitutivo della società,
    • statuto
    • certificato iscrizione CCIAA con annotazione che non sono pendenti procedure fallimentari, concordato preventivo, ecc.
    • nulla osta ai fini dell'articolo 10 della Legge n. 575 del 31 maggio 1965 e s.m.i.
  • Il capitale sociale deve essere pari ad almeno 1/4 del presumibile giro d’affari derivante dalle attività da svolgere. E’ necessario, per le imprese già costituite, depositare i bilanci relativi al triennio precedente alla data di presentazione della domanda; per le imprese di nuova costituzione seguirà un monitoraggio annuale per il triennio successivo;
  • Dichiarazione sostitutiva (allegato B della circolare APT 02A);
  • Copia documento legale rappresentante;
  • Manuale delle Operazioni (anche in lingua inglese nella parte relativa alle procedure operative):
    • Parte generale/Descrizione dell’Impresa
    • Manuale di addestramento
    • Carta dei servizi
  • Certificazione o licenza eventualmente prevista dalle prescrizioni di legge o dalla normativa vigente per l’espletamento dei servizi di cui alla categoria richiesta;
  • Piano di attività di impresa;
  • Polizza assicurativa adeguata ai rischi connessi all’attività da svolgere.

Per l’istruttoria del provvedimento è competente un team Enac costituito in sede locale.

Previo pagamento da parte delle Imprese dei diritti di cui al Regolamento delle tariffe per le prestazioni rese all’utenza dall’Enac, la Direzione Aeroportuale provvede al rilascio/rinnovo del certificato comprensivo della specifica.

Analoga procedura è adottata per la modifica o l’aggiornamento della specifica.

Documentazione utile

Manuale delle Operazioni "tipo", in formato doc (dimensione 64 KB)


Pagina aggiornata al 19 marzo 2014

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna