ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Risposte ai quesiti posti prima della presentazione delle offerte

Roma, 4 novembre 2015 - Si riporta la domanda posta da un vettore relativamente alla produzione dei documenti di cui alla BUSTA A (art. 6 punto 8 del capitolato d’oneri) con la relativa risposta fornita dall’Ente.

6.

D: Potete chiarirci se i bilanci devono essere presentati corredati da nota integrativa, relazione sulla gestione, relazione del collegio sindacale, relazione del revisore contabile oppure è sufficiente il solo bilancio?
R: Si rappresenta l'utilità della produzione di ogni documentazione atta a facilitare la lettura e l'interpretazione dei bilanci stessi.


Roma, 30 ottobre 2015 - Si riportano le domande poste da un vettore relativamente alla compilazione del Formulario E)  con le relative risposte fornite dall’Ente.

1.

D: voce: "Manutenzione"
In tale categoria rientrano anche i costi del personale tecnico dipendente o si riferisce esclusivamente ai costi per servizi di manutenzioni acquistati?
R: Nella voce rientra anche il costo del personale tecnico dipendente come recita il formulario "la voce manutenzione comprende (...) i costi di mano d'opera diretta eseguita sugli aeromobili (...)" purchè imputabile alle attività manutentive relative agli aeromobili utilizzati sulla rotta. Non rientra in questa voce invece il costo del personale tecnico che è adibito alla manutenzione di aeromobili che non sono utilizzati sulla rotta (es aerei wide body, lungo raggio, cargo etc).

2.

D: voci: "Handling" e "Assistenza scali operativi"
Nel caso in cui il costo sostenuto per il servizio di handling è esclusivamente un contratto da terzi, essendo tale servizio indicato in entrambe le voci, in quale categoria dobbiamo riportarlo?
R: La prima voce comprende tutti i costi legati ai servizi di handling delle persone e dell'aeromobile, mentre la seconda voce comprende i costi legati ai servizi di assistenza quali i costi di locazione dello scalo, eventuali altri affitti ed utenze ed altri costi/ricavi assistenza (in proprio). Alla luce della scelta commerciale di avvalersi di un handler terzo al vettore aereo la voce che dovrebbe essere valorizzata è la prima mentre la seconda dovrebbe invece risultare nulla.

3.

D: voce: "Diritti aeroportuali"
In questa categoria sono specificate solo i costi di landing e parking. Le tasse a passeggero possono essere riportate anche in questa categoria?
R: I diritti di imbarco e i corrispettivi per la sicurezza del passeggero e del bagaglio da stiva, essendo introitati dal vettore e poi da questo girati interamente all'aeroporto, non devono entrare nel conto economico di rotta.
Viceversa, come correttamente indicato, possono essere compresi i diritti di approdo, partenza e sosta dell'aeromobile.

4.

D: voce: "Costi struttura manutenzioni"
In questa voce rientrano i costi della struttura tecnica Ingegneria e manutenzione?
R: In questa voce rientrano tutti i costi della struttura manutenzioni a livello centrale aziendale (e quindi anche la struttura tecnica menzionata se fa parte della struttura centrale aziendale) e che non sono direttamente imputabili alle attività sulla rotta. Ovviamente tali costi non andranno inseriti a livello totale azienda ma solo per la quota parte afferente alle attività di volo relative alla rotta.

5.

D: Tutte le voci sono obbligatorie? O possiamo ometterne qualcuna?
Ad esempio, nel caso si inserisce il costo di leasing degli aeromobili non si riporta il costo degli ammortamenti della flotta, è corretto?
R: Non tutte le voci sono obbligatorie. Nel caso di leasing i costi saranno tutti caricati nella specifica voce e nulla sarà imputato alle voci di costo ricomprese dal contratto di leasing. Tuttavia per le voci non alimentate è consigliato prevedere una nota che indichi in quale delle voci valorizzate è confluito il relativo costo.


Roma, 25 settembre 2015 - A seguito di richiesta di chiarimenti presentata da un vettore si precisa che i "due giorni" citati nella frase "Tra il primo ed il secondo volo settimanale devono intercorrere almeno due giorni" (punto 3 dell'allegato tecnico al D.M. di imposizione) devono essere intesi come due giorni calendariali.

Se si sceglie quindi di effettuare il primo volo settimanale di lunedì, il secondo volo settimanale non potrà essere effettuato prima di giovedì.


Pagina aggiornata al 4 novembre 2015

vai a inizio pagina