ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Esperienza Basica per l'ottenimento della LMA (AML) - Criteri di valutazione

I requisiti di esperienza basica specificati nel paragrafo 66.A.30(a) sono differenziati in funzione della categoria e della sottocategoria per la quale viene chiesto il rilascio della LMA, della eventuale pregressa qualificazione posseduta e dei corsi di addestramento effettuati dal richiedente.

L'esperienza pratica di base deve avere specifiche caratteristiche; in particolare essa deve essere:

  • effettuata su aeromobili operativi [vedi punto 4 della AMC 66.A.30(a)];
  • effettuata presso un'impresa di manutenzione operante su aeromobili operativi [nelle accezioni di cui al punto 4 della AMC 66.A.30(a)] pertinenti al tipo di categoria richiesta o sotto la supervisione di un CS indipendente. Esperienza maturata in ambienti operativi diversi(NOTA 1) può essere valutata da ENAC al momento della presentazione della domanda [vedi anche 66.A.30(e) e AMC 66.A.30(e)].
  • avere la durata, in anni (Nota 2), prevista dal paragrafo 66.A.30(a), riassunti nella Tabella 1 per richiedenti LMA in Cat A e B e nella Tabella 2 per richiedenti LMA in Cat C .
  • di tipo pratico e riguardare uno spaccato rappresentativo trasversale [vedi 66.A.30(c)] delle attività di manutenzione sugli aeromobili specifici per la categoria (subcategoria) per la quale si intende presentare la domanda;
  • recente [vedi 66.A.30(d) e relativa AMC];
  • stata acquisita nei 10 anni precedenti la data di presentazione della domanda per la LMA, sia per rilascio che per l'aggiunta di una categoria/subcategoria [vedi 66.A.30(f)];
  • per il rilascio della LMA direttamente in categoria C, se il richiedente è in possesso di laurea in ingegneria aeronautica, elettronica e meccanica rilasciata da Istituti Universitari riconosciuti dallo Stato Italiano si applicano le disposizioni del 66.A.30(a)5;
  • appropriatamente documentata. Le relative registrazioni (Nota 3) dovrebbero chiaramente consentire al valutatore di identificare (anche nel caso in cui siano fornite, nei limiti di quanto consentito nella AMC 66.A.10(a), in forma di dichiarazione complessiva) dove, quando e quale manutenzione sia stata effettuata.

Nota 1: Esperienza maturata in ambienti operativi diversi da quello tipico della manutenzione in ambito civile può intendersi quella accumulata nella produzione di aeromobili civili e quella accumulata presso reparti manutentivi che operano su aeromobili di tipo omologato in ambito civile, da personale appartenente a, o proveniente da, altre amministrazioni dello Stato nell'ambito della manutentiva aeronautica effettuata su aeromobili dell'Aeronautica Militare, della Marina Militare, dell'Esercito Italiano, dell'Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco o di un altro corpo dello Stato. Le modalità di attestazione di questa esperienza sono analoghe a quelle previste per la dimostrazione dell'esperienza guadagnata in ambito civile; le firme all'interno di tali Corpi che attestano l'acquisizione effettiva dell'esperienza riportata nel log devono essere di livello equiparabile a quelle richieste in ambito civile, tipicamente corrispondenti al capo reparto o capo nucleo manutentivo, o quando presente, al quality/maintenance manager della struttura manutentiva del Corpo di appartenenza del richiedente. ENAC può accettare tale tipo di esperienza se ritiene che essa in termini di contenuti e tipologia sia comparabile a quella maturata nel settore civile. Il candidato deve comunque dimostrare di aver accumulato almeno un'esperienza minima di 6 mesi nel settore della manutenzione aeronautica civile, ai fini della LMA in Cat. A, ovvero di 12 mesi ai fini della LMA in Cat. B1, B2 o B3 [rif. AMC 66.A.30(e) e FAQ EASA 19086 .

Nota 2: L'esperienza da documentare deve coprire il periodo richiesto espresso in anni. Non è quindi necessario, per soddisfare tale requisito, predeterminare obbligatoriamente equivalenze in termini di mesi, settimane, giorni o ore né tantomeno in un numero minimo di generiche attività lavorative da documentare. D'altro canto anche se il requisito (tenendo conto anche lo spettro temporale in cui questa può essere accumulata) non richiede una rendicontazione task per task di questa esperienza, allo stesso tempo non è accettabile che tale esperienza sia documentata attraverso blande dichiarazioni tipo 'X anni di esperienza di manutenzione completato'. E' importante che tale esperienza dimostri i contenuti esemplificati nella successiva nota 3 e sia uniformemente distribuita nel periodo richiesto, senza periodi di prolungata inattività, ossia tali da far considerare che possa non essere più garantita la necessaria continuità e regolarità nell'esperienza acquisita.

Nota 3: Si raccomanda (vedi AMC 66.A.10) di documentare l'esperienza di manutenzione allegando un Maintenance Experience Record Log che consenta ad ENAC di comprendere quale manutenzione costituisca l'esperienza, incluso dove, quando e su quali prodotti essa è stata maturata. L'utilizzo di tale Maintenance Experience Record Log semplifica gli accertamenti da parte dell'ENAC accelerando i tempi di evasione delle domande.
I contenuti tipici dei suddetti "log" dovrebbero essere: data, luogo di effettuazione dell'attività, aeromobile o componente su cui è stata effettuata, marche di registrazione, rating (ad es A1, C12) e tipo di privilegio (Cat A, B1 o CS componente), tipo di task (ad es. test funzionale o operativo, servicing , ispezione, modifica, ecc,.) e tipo di attività (ad es. esecutiva, supervisione, CRS ecc.), descrizione dell'attività, durata, pertinenti maintenance record (cartone di lavoro, job card, ATL, EASA Form 1 interessato, ecc), capitolo ATA interessato, firma del richiedente, firma del valutatore/supervisore. Nella domanda di rilascio/modifica LMA, Il richiedente si impegna e assume l'obbligo di raccogliere e mantenerle disponibili le registrazioni di manutenzione a supporto dei contenuti del log (es. copie di QTB, cartoni di lavoro) per facilitare le verifiche che ENAC riterrà necessario per essere soddisfatto, con evidenze, che questa esperienza soddisfi i requisiti regolamentari applicabili. In altre parole che costituisca il richiesto spaccato rappresentativo [vedi 66.A.30(c)] trasversale delle attività di manutenzione sugli aeromobili specifici per la categoria (subcategoria) per la quale si intende presentare la domanda.
I contenuti delle suddette registrazioni fornite dal richiedente con il Log e le evidenze associate dovrebbero quindi consentire al valutatore di determinare che da esse emerga la copertura di l'esecuzione di un vasto insieme di attività manutentive, adeguatamente differenziate per lunghezza, complessità e varietà. Il tipo e il numero di task da documentare deve essere rappresentativo delle strutture e dei sistemi tipici della classe di aeromobili per i quali si sta richiedendo la licenza, sia in termini di tecnologia che di complessità dell'attività. La distribuzione di tali task dovrebbe essere uniforme nei vari capitoli ATA pertinenti al tipo di licenza per cui si è fatto domanda e dovrebbe riguardare attività di servicing, ispezioni di tipo General Visual Inspection, Detailed Inspection, e Special Detailed inspection, esecuzione di prove funzionali e operative, ricerca guasti, riparazione, modifica, sostituzione componenti, supervisione delle summenzionate attività e procedure di rilascio in servizio degli aeromobili.


Pagin aggiornata al 30 dicembre 2016

vai a inizio pagina