ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Applicazione del Regolamento (UE) 1149/2011

Principali novità introdotte dal Regolamento (UE) 1149/2011 applicabile a partire dal 1° agosto 2012

  • Le principali novità
    • Nuova categoria B3
    • Categorie LMA esistenti - cosa cambia
    • LMA in categoria B2 - Modifiche ai privilegi
    • Revisione delle appendici I, II e III
  • Addestramento
    • Norme transitorie
    • Formazione sul posto di lavoro - OJT (on the job training)
    • Termine entro il quale dovrà essere completato l'addestramento
    • Addestramento di Tipo
    • Analisi dei bisogni formativi
  • Modulistica

Il Regolamento UE 1149/2011, recante modifiche al Regolamento CE 2042/2003 e ora consolidato nel Regolamento (UE) n. 1321/2014, sul mantenimento della navigabilità di aeromobili e di prodotti aeronautici, parti e pertinenze, nonché sull'approvazione delle imprese e del personale autorizzato a tali mansioni, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea L. 298 in data 16/11/2011, è diventato applicabile a partire dal 1 Agosto 2012.
Il Regolamento UE 1149/2011 ha introdotto importanti novità nella Parte 66 e, in misura inferiore, modifica alcuni dei requisiti applicabili alle organizzazioni di manutenzione e di addestramento, approvate rispettivamente secondo la Parte 145 e la Parte 147.

Per i testi regolamentari e per le AMC aggiornate fare riferimento alla pagina Regulations del sito EASA.

Le Circolari ENAC della serie Navigabilità (NAV) applicabili in materia e in vigore sono riportate nella sezione Personale Manutentore.

La modulistica applicabile secondo il Regolamento UE n. 1321/2014 è disponibile nella sezione Modulistica.

Le principali novità
Nuova categoria - B3

Alle esistenti categorie della LMA (A, B1, B2 e C) è aggiunta una nuova categoria, denominata B3, applicabile ai velivoli a pistoni non pressurizzati, aventi un MTOM (Maximum Take Off Mass ovvero Massa Massima al Decollo) inferiore o uguale a 2000 kg.

La LMA in categoria B3 non si applica quindi agli aeromobili diversi dai velivoli ed, in particolare, a idrovolanti, palloni e dirigibili, che saranno coperti, in futuro, da un nuovo tipo di licenza, più semplificata. Per le classificazioni di aeromobili è possibile fare riferimento al Regolamento "Marche di nazionalità e di immatricolazione degli aeromobili civili"agli idrovolanti, palloni e dirigibili.

Per quanto riguarda le conoscenze di base, gli elementi applicabili sono indicati nella colonna B3 dell'Appendice I, insieme con l'indicazione del grado di conoscenza richiesto (livello).

La durata dei corsi effettuati da un'organizzazione di addestramento, approvata secondo la Parte 147, dovrà essere di almeno 1000h (appendice I alla Parte 147).

I requisiti in materia di esperienza di base sono descritti nel paragrafo 66.A.30, e sono equivalenti a quelli applicabili per la categoria B1.2, cioè compresi tra uno e tre anni, in dipendenza dell'esperienza maturata dal richiedente.

Abilitazioni (66.A.45 (a) - (g))

Allo scopo di esercitare i privilegi della LMA in categoria B3 è necessario che il richiedente dimostri di possedere un'adeguata esperienza pratica, comprensiva di una serie rappresentativa di interventi di manutenzione rilevanti per la categoria della licenza.

Limitazioni (66.A.45(g)(2))

Se il richiedente non è in grado di dimostrare di essere in possesso di un'adeguata esperienza, le abilitazioni sono rilasciate accompagnate da specifiche limitazioni (ad esempio velivoli con struttura in legno, velivoli con struttura in metallo etc)

Categorie LMA esistenti - Cosa cambia
  1. Le licenze di manutenzione aeronautica (LMA) rilasciate prima della data di applicazione del Regolamento UE 1149/2011 non sono influenzate e conseguono automaticamente i privilegi descritti in 66.A.20 per quella categoria/sottocategoria riportata nella LMA
  2. Ai fini delle abilitazioni di tipo, gli aeromobili sono ri-classificati in tre gruppi (66.A.5) - vedi Personale Manutentore Le domande per il rilascio di nuovi gruppi dovranno essere presentate utilizzando il modulo GRD (group rating domanda).

Norma transitoria. I titolari di LMA già in possesso di abilitazioni di gruppo sulla licenza, non hanno l'obbligo di chiedere la conversione ai nuovi gruppi fino alla data del rinnovo o modifica della LMA (Regolamento CE 1149/2011 art. 5.4). La domanda dovrà essere presentata tramite il modulo GRM (group rating modifica). La conversione sarà effettuata in accordo alla procedura descritta in 66.B.125.

I moduli citati sono disponibili nella sezione Modulistica.

In determinati casi la modifica del gruppo può comportare l'introduzione di specifiche limitazioni nella LMA, legate al tipo di tecnologia costruttiva dell'aeromobile (ad esempio metallo, legno, tela, compositi). Affinché non siano inserite, è necessario che il richiedente dimostri di essere già abilitato su altri tipi di aeromobili o gruppi realizzati con le medesime tecnologie.

Nota: per acquisire ulteriori elementi di conoscenza sui ratings consultare la GM 66.A.45.

LMA in categoria B2 - Modifiche ai privilegi (66.A.20 comma (a)(3))

I privilegi dei titolari di una LMA in categoria B2, entro i limiti specificati nell'autorizzazione di cui al punto 145.A.35 [Certifying Staff e B1 e B2 Support Staff], sono estesi per includere il rilascio di:

  • certificati di riammissione in servizio a seguito di interventi di natura elettrica e avionica nei gruppi moto propulsori e nei sistemi meccanici, la cui funzionalità può essere dimostrata tramite semplici test (66.A.20(a)(3)(i). E' responsabilità dell'organizzazione di manutenzione, in accordo alla 66.A.20(b)(3), garantire ed attestare che la persona è competente prima che possa esercitare i privilegi.
  • certificati di riammissione in servizio a seguito di piccoli lavori di manutenzione di linea programmata e rettifica di semplici difetti. Tale privilegio è limitato al lavoro svolto personalmente dal titolare della LMA, nell'ambito dell'impresa di manutenzione che ha rilasciato l'autorizzazione, unicamente per le abilitazioni già approvate sulla licenza in categoria B2 (66.A.20(a)(3)(ii) e 145.A.35(o))

Revisione delle appendici I, II e III

Le appendici I, II e III sono state revisionate, oltre che per l'introduzione della nuova categoria B3, per includere:

  1. nuove tecnologie per le LMA in categoria A, B1 e B2, quali:
    • Avionica integrata modulare (ATA 42)
    • Sistemi di cabina (ATA 44)
    • Sistemi Informativi (ATA 46)
  2. nuovi argomenti per la categoria B2, per coprire i nuovi privilegi collegati ai sistemi meccanici e motopropulsori
Addestramento
Norme transitorie

I corsi di addestramento basico che rispondono ai requisiti applicabili prima della data di applicabilità del Regolamento UE 1149/2011 (1 agosto 2012), possono essere avviati fino ad un anno dopo la suddetta data. Gli esami relativi alle conoscenze teoriche di base, svolti nell'ambito di tali corsi, rispondono ai requisiti applicabili prima della data del 1 Agosto 2012 (Regolamento UE 1149/2011 art.6.3).

Gli esami relativi alle conoscenze teoriche fondamentali conformi ai requisiti applicabili prima del 1 Agosto 2012 e svolti dall'Autorità competente o da un'impresa approvata secondo la Parte 147, non nell'ambito di un corso di formazione approvato, possono essere svolti fino al 1 Agosto 2013. (Regolamento CE 1149/2011 art. 6.4).

I corsi di formazione di tipo e gli esami di tipo conformi ai requisiti applicabili prima del 1 Agosto 2012 , iniziano e terminano non oltre un anno dopo la suddetta data (Regolamento UE 1149/2011 art. 6.5). 

Formazione sul posto di lavoro - OJT (on the job training) - Prima abilitazione

Per la prima abilitazione di tipo, da inserire in una licenza all'interno di una determinata categoria / sottocategoria, è stato introdotto un nuovo requisito (66.A.45(c)).

Infatti, è necessario effettuare e concludere in modo soddisfacente la cosiddetta "formazione sul posto di lavoro" ovvero un OJT (On the Job Training), secondo quanto indicato nell'Appendice III [Formazione di tipo e criteri di svolgimento delle prove di esame. Formazione sul posto di lavoro]. Consultare la GM 66.A.45 per esplificazioni.

Termine entro il quale dovrà essere completato l'addestramento

L'addestramento di tipo teorico (inclusi gli esami), pratico (incluso l'assessment) e l'OJT, quando applicabile, deve essere avviato e completato positivamente, entro i precedenti 3 anni la data della presentazione della domanda di inserimento di una abilitazione di tipo (Appendice III, commi 1(a)(iv), 1(b)(v) e 6).

Esame di tipo ed esperienza pratica

L'esame di tipo deve essere stato superato e l'esperienza pratica richiesta completata nei tre anni precedenti la domanda di approvazione dell'abilitazione sulla LMA (appendice III, comma 5(h)2).

Addestramento di tipo

Nell'Appendice III sono descritti tutti i requisiti per l'addestramento di tipo.

  1. Le generalità relative alla parte teorica e alle modalità di effettuazione degli esami sono contenute nel comma 1 (a).
  2. La descrizione degli obiettivi, del livello di conoscenza, della durata e del contenuto dell'addestramento teorico è contenuta nel comma 3.1
  3. Le modalità di effettuazione dell'esame teorico sono contenute nel comma 4.1
  4. Le generalità relative alla parte pratica e alla relativa valutazione (assessment) sono contenute nel comma 1(b)
  5. Gli standard applicabili all'elemento pratico, obiettivi e contenuti, sono contenuti nel comma 3.2. mentre per l'assessment nel comma 4.2
  6. Le generalità applicabili ai corsi per differenza sono descritte nel comma 1(c)
  7. I criteri per lo svolgimento degli esami di tipo sono descritti nel comma 5
  8. Le modalità di effettuazione della formazione sul posto di lavoro (on the job training) sono descritte nel comma 6
Analisi dei bisogni formativi

L'addestramento di tipo è composto da una parte teorica ed una pratica. La durata minima della parte teorica dipende dal tipo di licenza e dalla categoria dell'aeromobile. La durata del corso deve essere giustificata attraverso un'analisi dei bisogni formativi (TNA - training needs analysis).

L'analisi dei bisogni formativi deve fornire:

  1. una giustificazione sulla durata e sui contenuti del corso, basata:
    • sulle caratteristiche del tipo di aeromobile,
    • sulle peculiarità della manutenzione,
    • sul tipo delle operazioni.
    • sulla rispondenza rispetto agli elementi della tabella riassuntiva dell'Appendice 1
    • su una verifica che dimostri che gli obiettivi del corso sono pienamente soddisfatti
  2. il periodo minimo di frequenza richiesta, che permette di soddisfare gli obiettivi del corso
  3. il numero massimo di ore di addestramento che possono essere somministrate durante una giornata, prendendo in considerazione sia aspetti di tipo pedagogico che principi sul fattore umano.

Elementi di interpretazione e guida all'elaborazione della training need analysis sono disponibili nell'AMC al paragrafo 3.1(d) dell'Appendice III alla Parte 66

Modulistica

Pagina aggiornata al 30 dicembre 2016

vai a inizio pagina