ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Comunicazioni relative all'ARC

Comunicazioni all'ENAC in accordo alle previsioni dei paragrafi M.A.710 e M.A.901 (o della Parte 21) da parte di imprese approvate da Enac in conformità con l'allegato II (Parte 145), i Capitoli F o G dell'Allegato I (Parte M) al Regolamento (UE) n. 1321/2014 del 26 novembre 2014, come revisionato. Le pertinenti procedure dell'applicabile Manualistica aziendale devo contenere le opportune previsioni per assolvere i compiti di seguito evidenziati. 

Revisione dell'aeronavigabilità, rilascio dell'ARC ed estensione della validità dell'ARC per aeromobili immatricolati in Italia

Un'impresa appropriatamente approvata da Enac in conformità con il Capitolo G della Parte M (Impresa CAMO) in possesso del privilegio M.A.711(b) e/o del privilegio M.A.711(a)4 (di seguito indicata come CAMO-711b), o un'impresa di manutenzione approvata in accordo alla Parte 145 con privilegio 145.A.75(f) (di seguito AMO-145-75(f)), o in accordo alla Parte M Capitolo F con privilegio M.A.615(e) (di seguito AMO-MF-615(e)) che per un aeromobile immatricolato in Italia intenda: 

  1. effettuare, qualora ne ricorrano le condizioni, una revisione dell'aeronavigabilità (in accordo alle previsioni del paragrafo M.A.710 e M.A.901(l)) ed emettere un ARC (in accordo alle previsioni dei paragrafi M.A.901(c)1 o M.A.901(e)1 o M.A.901(l))
    oppure
  2. estendere la validità di un ARC (solo imprese CAMO in accordo alle previsioni dei paragrafi M.A.901(c)2 o M.A.901(e)2 o M.A.901(f)) 

deve avere, come applicabile, con il proprietario/esercente dell'aeromobile in questione (contraente) un contratto/ordine di lavoro per tali attività.

L'impresa interessata in possesso dell'appropriato privilegio, prima di attivare le procedure applicabili per il rilascio dell'ARC o, solo imprese CAMO, per l'estensione della sua validità conformemente alle disposizioni della parte M, è tenuta a verificare che i riferimenti del contraente corrispondano alle relative informazioni sul proprietario/esercente dell'aeromobile riportate nel certificato di immatricolazione presente a bordo dell'aeromobile, o limitatamente alle informazioni relative all'esercente/locatario dell'aeromobile, specificate nel relativo contratto di leasing.

L'impresa interessata in possesso dell'appropriato privilegio, entro i previsti limiti temporali stabiliti dalla Parte M, invia alla Direzione Centrale Vigilanza Tecnica, a seconda dei casi, per lo specifico aermobile immatricolato in Italia:

  1. una copia dell'ARC rilasciato (vedi paragrafi M.A.710(f) / M.A.901(I)6), o
  2. una copia dell'ARC esteso (solo imprese CAMO e se ne sussistono le condizioni, vedi paragrafo M.A.710(f)), o
  3. le appropriate informazioni in merito all'esito insoddisfacente della revisione dell'aeronavigabilità condotta (vedi paragrafi M.A.710(h) / M.A.901(I)7); o
  4. le appropriate informazioni qualora la rivalutazione del pertinente Programma di Manutenzione (PdM) di cui al M.A.901(l)5(b) mostra delle incongruenze sull'aeromobile collegate a carenze dei contenuti del PdM (vedi paragrafi M.A.710(h) / M.A.901(l 7).

In alternativa, l'impresa interessata in possesso dell'appropriato privilegio può inviare le suddette documentazioni/informazioni alla Direzione/Ufficio Operazioni ENAC competente per territorio che è stata eventualmente indicata a tal fine nell'accordo contrattuale sottoscritto con il proprietario/esercente dell'aeromobile in accordo all'Appendice I alla Parte M, o nel documento (ordine di lavoro, etc.) attraverso il quale il proprietario/esercente dell'aeromobile (o suo rappresentante formalmente delegato) ha commissionato l'esecuzione della revisione dell'aeronavigabilità in accordo al M.A.710/M.A.901(i) ed il rilascio dell'ARC, oppure, qualora applicabile in accordo alla Parte M (solo imprese CAMO), l'esecuzione delle verifiche per l'estensione della validità dell'ARC.

La copia dell'ARC rilasciato o esteso è inviata ad ENAC accompagnato da appropriata comunicazione. Tale comunicazione può essere nella forma di cui al Modello M.A.710(f)-INFO-ARC-CAMO (italiano Inglese) o al Modello M.A.901(I)6-INFO-ARC-AMO (italiano Inglese), ovvero contenere analoghe informazioni. 

Se in accordo alle previsioni della Parte M, è richiesto di inviare all'ENAC una raccomandazione per il rilascio dell'ARC, l'impresa interessata in possesso dell'appropriato privilegio (M.A.711(b)2, M.A.615(e)2, 145.A.75(f)2), o il CS indipendente formalmente approvato da ENAC per tale attività, cui sono state commissionate le relative attività dal proprietario/esercente dell'aeromobile così come specificato nel certificato di immatricolazione/contratto di locazione, invierà tale raccomandazione e tutte le relative documentazioni di sostanziazione, al contraente che le trasmetterà come allegati alla richiesta (Mod. ENAC-MA-901 per la richiesta di rilascio dell'ARC o Mod. ENAC-21A-174 per la Richiesta di rilascio del Certificato di Navigabilità) alla Direzione/Ufficio Operazioni ENAC competente per territorio, oppure alla Direzione Centrale Attività Aeronautiche.

L'impresa interessata in possesso dell'appropriato privilegio, o il CS indipendente formalmente approvato da ENAC per tale attività, può effettuare le attività precedentemente citate qualora venga formalmente delegata per iscritto a tal fine dal proprietario/esercente dell'aeromobile, così come specificato nel certificato di immatricolazione/contratto di locazione (evidenza di tale delega sarà fornita con la pertinente richiesta).

Comunicazioni relative all'ARC per aeromobili non immatricolati in Italia

Qualora l'impresa interessata in possesso dell'appropriato privilegio, o il CS indipendente con licenza rilasciata dall'ENAC formalmente approvato dalla competente Autorità dello Stato di registrazione abbia ricevuto incarico dal proprietario/esercente dell'aeromobile di eseguire le attività di cui sopra deve assolvere i medesimi obblighi nelle forme e nei modi indicati dalla competente Autorità dello Stato di registrazione. Le pertinenti procedure della Manualistica aziendale (quando applicabile) conterranno le specifiche previsioni procedurali.


Pagina aggiornata al 3 agosto 2016 

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna