ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Il Programma di Manutenzione

Il Programma di Manutenzione (PdM) è il documento che descrive gli interventi di manutenzione programmata, e le frequenze con cui tali interventi devono essere eseguiti, al fine di garantire la "Continuing Airworthiness" di un particolare aeromobile.

La persona responsabile dell'aeronavigabilità dell'aeromobile (rif. M.A.201(a)) deve, tra le altre cose, garantire che la manutenzione dell'aeromobile sia effettuata in accordo al PdM sviluppato secondo quanto richiesto dal M.A.302. Il mancato rispetto delle condizioni in esso contenute comporta quindi l'impossibilità di effettuare attività di volo con l'aeromobile. Di conseguenza il PdM è uno dei documenti cardine della navigabilità continua, ed è quindi importante che il PdM sia un documento completo, chiaro e univocamente tracciabile.

I criteri per la predisposizione, lo sviluppo, la gestione e l'approvazione di un PdM sono contenuti nella Parte M (che costituisce l'Annesso I al Reg. (EU) n. 1321/2014), specificatamente nel paragrafo M.A.302.

Come riportato nella AMC M.A.302, il PdM, eccetto per gli aeromobili ELA1 non impiegati in operazioni commerciali per i quali il proprietario abbia deciso di applicare le previsioni del paragrafo M.A.302(h), non è semplicemente costituito dal solo elenco di task manutentivi (o ispettivi) da eseguire sull'aeromobile con determinate frequenze, ma è, più in generale, il documento "principe" che descrive anche le procedure, i criteri e le modalità per la sua gestione e implementazione al fine di assicurare il mantenimento della Navigabilità Continua dell'aeromobile tenendo conto della tipologia di impiego e di vari altri fattori.

Per gli aeromobili ELA1 non impiegati in operazioni commerciali per i quali il proprietario abbia deciso di applicare le previsioni del paragrafo M.A.302(h), il PdM può assume una struttura meno articolata descritta nella AMC M.A.302(h). Per essi, nella AMC M.A.302(e), è fornito uno schema generale per il PdM che ingloba anche una lista di riscontro di guida alla identificazione di tutti i possibili contenuti e alla corretta personalizzazione del PdM rispetto allo specifico aeromobile cui è riferito. 

Con l'emissione del Regolamento (EU) n. 1321/2014, emendato dal Reg. (EU) n. 2015/1088, il quadro regolamentare sul PdM, è stato modificato introducendo ulteriori opzioni per alcuni aeromobili dell'Aviazione Generale. In conseguenza di ciò e proseguendo il percorso di razionalizzazione e semplificazione dei prodotti normativi ENAC, la Circolare NAV-26C è stata cancellata trasferendo i contenuti di essa ancora di interesse, nel sito istituzionale dell'Ente secondo l'articolazione che segue, e quando applicabile in apposite LG ( ad es. Manutenzione apparati elettroavionici ed equipaggiamenti di emergenza).

Le principali innovazioni intervenute nel contesto regolamentare Europeo, riguardanti (più in generale) l'area della Continuing Airworthiness, sono disponibili nella pagina dedicata alla Normativa.


Pagina aggiornata al 21 ottobre 2015

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna