ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Informazioni alle imprese

 Le imprese di manutenzione di manutenzione secondo Parte 145 e Parte M Capitolo F e di addestramento secondo Parte 147 hanno la necessità di essere tenute informate su alcune questioni di carattere generale in merito alla manutenzione degli aeromobili, alle licenze di manutenzione Parte 66, alle attività di addestramento ed esame condotte in accordo ai requisiti della Parte 66 e Parte 147, nonché su eventuali notifiche particolari diffuse da autorità degli Stati Membri EASA a tale riguardo. Per tale ragione è stata quindi predisposta questa pagina nel quale vengono riportate tali informazioni

Per le informazioni sulle imprese di manutenzione approvate da ENAC in accordo alla Parte M Capitolo G, Parte M Capitolo F, Parte 145 e Parte 147 con il certificato valido o temporaneamente sospeso si può far riferimento agli elenchi pubblicati alla pagina Imprese Certificate e Sospese di questo sito.

Per le informazioni sulle imprese approvate dalle autorità competenti degli Stati Membri EASA, o da EASA, in accordo al Regolamento n. 1321/2014 (e successive revisioni) con il certificato valido o temporaneamente sospeso o revocato, si deve far riferimento agli elenchi pubblicati nei siti internet istituzionali di tali autorità..

Nella tabella seguente sono riportati alcuni di questi link forniti da EASA sulla piattaforma SINAPSE:

EASA Member State Link agli elenchi di imprese approvate Note 
EASA  EASA: POA  POA 
EASA  Continuing Airworthiness Organisations 

Parte 145,

Parte M Cap F

Parte M Cap G

Parte 147

FAA/TCCA/ANAC 

Belgium 

Belgium: Parte 145, Parte M Cap. G e Produzione 

Parte 145, Parte M Cap. G e Produzione 
Denmark 

Denmark: Parte 145

Denmark: Parte M Cap. F

Denmark: Parte M Cap. G

Parte 145

Parte M Cap. F

Parte M Cap. G

Finland 

Finland: Tutte

Tutte 
France 

France: Tutte (selezionare file excel ‘Annuaire des agréments')

Tutte
Germany 

Germany: Tutte

Tutte 
Ireland 

Ireland: Parte 145

Ireland: Parte M Cap G

Ireland: Parte 147

Ireland: Parte M Cap F

Parte 145

Parte M Cap G

Parte 147

Parte M Cap F 

Sweden 

Sweden: Tutte 

Tutte 
Switzerland (EEA) 

Switzerland: Parte M Cap G

Switzerland: Parte 145, Parte147 e Parte M Cap F

Parte M Cap G

Parte 145
Parte147
Parte M Cap F

United Kingdom 

United Kingdom: Tutte

Tutte 

Notifiche ENAC

Roma, 5 Aprile 2018 - ENAC ha trasmesso in data 5 Aprile 2018, tramite la web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, aEASA e alle autorità competenti degli Stati Membri, una nota per informare che, a seguito delle indagini condotte da ENAC sull'Organizzazione per l'Addestramento Tecnico SIMA - Aeroporto di Lucca Tassignano,
Capannori (Lucca), certificato di approvazione n. IT.147.0008, sono state riscontrate delle significative non conformità nel processo di esame sul Theoretical Element del corso T2 - tipo Bell 412/AB412 (PWC PT6). Come prima conseguenza, anche sulla base delle attività di verifica interna, ancora in corso, avviate dal sistema qualità dell'Organizzazione stessa, quest'ultima ha provveduto alla revoca dei seguenti CofR Part 147 (Form 149 EASA):

IT.147.0008/01-01/2018 - Theoretical Element
IT.147.0008/01-02/2018 - Practical Element
IT.147.0008/02-01/2018 - Theoretical Element
IT.147.0008/02-02/2018 - Practical Element
IT.147.0008/03-01/2018 - Theoretical Element
IT.147.0008/04-01/2018 - Theoretical Element

Questi certificati sono stati rilasciati ai candidati che avevano frequentato la sessione n. 01/2018 su Theoretical Element e la sessione n. 02/2018 su Practical Element e i relativi esami/valutazioni del corso T2 citato. Anche se non sono state rilevate irregolarità specifiche sulla sessione n. 02/2018 che ha portato all'emissione dei CofR dell'Elemento Pratico, questi sono stati revocati a causa della invalidazione del corrispondente CofR per l'Elemento Teorico a nome dello stesso candidato, che costituisce pre-requisito di ammissione all'esame pratico. Allo stato attuale delle indagini, non è emerso alcun comportamento fraudolento da parte dell'Organizzazione o dei candidati.
L'Organizzazione ha provveduto ad informare i titolari e a recuperare gli originali dei certificati. Si coglie l'occasione per rammentare che l'uso di eventuali copie degli stessi sarebbe considerato fraudolento e perseguibile ai sensi di legge.

Ulteriori attività di verifica sono ancora in corso per identificare la root cause dell'evento e le appropriate azioni correttive finali. L'Organizzazione SIMA ha dimostrato un approccio proattivo e positivo alle indagini e sta lavorando a stretto contatto con l'ENAC per risolvere la situazione e organizzare un nuovo esame per i candidati interessati non appena ne ricorrano le condizioni, in linea con le risultanze finali delle investigazioni in corso. Aggiornamenti sugli eventuali sviluppi delle indagini in corso verranno resi noti tramite gli stessi canali.  

Notifiche EASA o Autorità aeronautiche straniere

Roma, 8 Giugno 2018 - Notifica del 5 Giugno 2018 della autorità tedesca dell'Aviazione Civile - LBA, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea in data 6 Giugno 2016. Con tale notifica LBA informa EASA e gli Stati membri EASA di aver preso provvedimenti, ai sensi del paragrafo 147.A.135(b), nei confronti di un candidato sorpreso ad imbrogliare (uso proibito di occhiali con camera incorporata) mentre sosteneva un esame sulle conoscenze basiche ai sensi della Parte 66, in data 28 Maggio 2018, a Sepang, Selangor, Malaysia. Per effetto di tale provvedimento, come indicato nel paragrafo 147.A.135(b), la persona interessata non può sostenere qualsiasi nuovo esame nei 12 mesi successivi alla data dell'esame in cui è stato scoperto a imbrogliare. Dettagli sulla suddetta persona (nominativo e data di nascita) sono forniti nella summenzionata notifica pubblicata dall'autorità tedesca LBA, insieme alle evidenze fotografiche raccolte a supporto del provvedimento. 

Roma, 1 Giugno 2018 -. LBA, in qualità di autorità competente sulle licenze per la Repubblica Federale di Germania, con due notifiche datate 31 maggio 2018, pubblicate sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, informa EASA e gli Stati membri EASA, di aver provveduto alla revoca delle licenze LMA Parte 66, DE.66.8943 e DE.66.2296, intestate rispettivamente al Sig. KÜCK Sven e al Sig. ECKEY Marco. Per maggiori dettagli relativamente ai dati anagrafici dei titolari delle Licenze e alle ragioni dell'adozione del provvedimento di revoca da arte di LBA, fare richiesta ai punti di contatto per tale materia forniti da LBA nel proprio sito istituzionale o fare riferimento alla Direzione/Ufficio Operazioni, competente per la sorveglianza o territorio. 

Roma, 8 maggio 2018 - Notifica del 7 Maggio 2018 pervenuta da LBA, autorità tedesca per l'Aviazione Civile, e pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea in pari data. Con tale notifica, LBA, in qualità di autorità competente sulle Licenze di Manutenzione Aeronautica Parte 66 (LMA Parte 66) e per le imprese di addestramento secondo Parte 147 per la Germania, informa EASA e le autorità degli altri Stati membri in merito alla decisione dell'impresa Airbus Helicopters Deutschland GmbH, titolare dell'approvazione secondo Parte 147 n. DE.147.0008, di revocare il Certificate of Recognition (CofR) n. DE.147.0008.MCC 135P3HIT3H/18/04/006568, relativo al superamento di un corso di addestramento per differenze in Cat. B1 tra due differenti tipi di aeromobili, da EC135 to EC135 P3HIT3H ("Cat. B1 Difference Training from EC135 to EC135 P3HIT3H"), da essa erroneamente rilasciato al Sig. Jean-Michel Burgos.
Maggiori informazioni sull'intestatario (dettagli anagrafici), sul corso interessato e sulle ragioni che hanno indotto l'impresa Airbus Helicopters Deutschland GmbH a revocare il summenzionato CofR sono contenute nella Notifica del 7 Maggio 2018 di LBA qui pubblicata.

Roma, 5 Aprile 2018 - La OSAC - Francia, quale autorità competente per la Francia per il rilascio delle licenze, ha pubblicato in data 30 Marzo 2018, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, una notifica con la quale informa EASA e le autorità competenti degli Stati Membri di aver ripristinato la validità della Licenza Parte 66 AML n. FR.66.0010316, intestata alla Sig.ra Lina Hakam Kamel KOLAK, precedentemente revocata dalla medesima autorità in quanto basata su Certificate of Recognition per moduli basici per B2 emessi dall'impresa greca HATA, in accordo alle previsioni della Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e del SIB EASA no. 2014-32R1 (vedi notifica pubblicata 19 Ottobre 2017, nella pagina "Informazioni alle Imprese" delle sezioni "Personale Manutentore" e"Manutenzione", di cui la presente limitatamente alle informazioni in essa contenute, ne costituisce aggiornamento).
Licenza Parte 66 AML n. FR.66.0010316 è stata ripristinata da OSAC dopo che la Sig.ra Lina Hakam Kamel KOLAK ha superato con successo la rivalutazione delle conoscenze sui moduli basici per B2 presso organizzazioni approvate Part 147. 

Roma, 21 Febbraio 2018 - Notifica che la DG CAA - Bulgaria, quale autorità competente per la Bulgaria per il rilascio delle licenze, ha pubblicato sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea in data 21 febbraio 2018. Con tale notifica, DG CAA - Bulgaria fornisce a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri la seguente informazione : "All persons in the attached files successfully passed re-assessment of their knowledge  on the technical modules in approved Part-147 organisations. The AMLs of all these persons are restored.", allegando i file pdf "45-01- 70_120220181" e "45-01- 507_141120172" contenenti rispettivamente gli Order 45-01- 70 del 12 febbraio 2018 e Order 45-01- 507 del 14 Novembre 2017.

In questi order la DG CAA - Bulgaria fornisce l'elenco dei titolari di LMA Parte 66 da essa rilasciate (riportando i relativi dettagli, nominativo,numero LMA Parte 66, data di rilascio e scadenza), che furono oggetto di provvedimenti di sospensione (in accordo ai contenuti della Decision n.2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e del SIB EASA no. 2014-32R1 e che, avendo superato con successo la rivalutazione delle loro conoscenze sui moduli tecnici presso organizzazioni approvate Part 147, hanno ottenuto dall'Autorità Bulgara il ripristino della validità delle loro LMA Parte 66 .

I contenuti degli order 45-01- 70 e 45-01- 507 costituiscono, limitatamente alle persone in essi elencate, un aggiornamento delle informazioni fornite dalla DG CAA - Bulgaria nell'Order n. 45-01- 45 pubblicato su questa pagina l'8 febbraio 2017 (vedi anche quanto già fatto con la notifica della DG CAA Bulgara, pubblicata su questa pagina l'28 giugno 2017).

Qualora si venga contattati da qualcuno elencato nei suddetti order e si avessero dei dubbi sulle licenze da essi presentate, la persona contattata può inoltrare richieste di chiarimento o maggiori dettagli/ulteriori informazioni alla DG CAA - Bulgaria ai riferimenti da essa indicati nella pertinente sezione del proprio sito intenet. NOTA: fare sempre un confronto incrociato con le eventuali comunicazioni pubblicate al riguardo da parte di DG CAA - Bulgaria nel proprio sito.

Roma, 21 Febbraio 2018 - Notifica del 20 febbraio 2018 della autorità Tedesca dell'Aviazione Civile - LBA, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea.
Con tale notifica LBA, in qualità di autorità competente sulle licenze per la Repubblica Federale di Germania, informa EASA e gli Stati membri EASA, che le licenze LMA Parte 66, n. DE.66.5548 e DE.66.10978, da loro emesse in data 26 Gennaio 2018 per modifica della precedente, sono state da loro dichiarate non più valide. Le suddette LMA, firmate e inviate ai rispettivi titolari, non hanno mai raggiunto i suddetti per ragioni che non è stato possibile definire nonostante le approfondite ricerche effettuate. In data 19 Febbraio 2018 LBA ha riemesso nuovamente le suddette LMA con identici contenuti ma con diversa data di rilascio. Nella medesima notifica, LBA invita pertanto a considerare le licenze LMA Parte 66, n. DE.66.5548 e DE.66.10978, con data di rilascio 19 Febbraio 2018 come valide. Per maggiori dettagli, fare riferimento alla notifica del 20 febbraio 2018, pubblicata in SINAPSE da LBA e qui resa disponibile.

Roma, 5 Febbraio 2018 - Notifica del 2 febbraio 2018  della autorità Romena dell'Aviazione Civile - (Romanian CAA), pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea in data 3 febbraio 2018. Con tale notifica, la Romanian CAA, in qualità di autorità competente sulle Licenze di Manutenzione Aeronautica Parte 66 (LMA Parte 66) per la Romania, informa EASA e le autorità degli altri Stati membri di aver adottato dei provvedimenti di revoca o limitazione su alcune Licenze LMA Parte 66 da essa emesse (64 LMA Parte 66 revocate e 7 LMA Parte 66 limitate).

Come descritto nella summenzionata notifica del 2 febbraio 2018, i provvedimenti sono stati adottati dalla Romanian CAA sulla base dei risultati del processo di analisi, in termini di rispondenza ai requisiti regolamentari applicabili, da essa svolto sulle LMA Parte 66 rilasciate e/o modificate a richiedenti romeni e basato sugli esami sulle conoscenze basiche da essi superati presso l'impresa Aircraft Industries s.p.o., approvata secondo 147, CA n. CZ.147.0010 dalla CAA Ceca. La suddetta analisi sul processo di effettuazione degli esami sulle conoscenze basiche secondo Parte 66 fornito dall'impresa  Aircraft Industries s.p.o. (CZ.147.0010) per i richiedenti romeni è stata svolta in coordinamento con la CAA Ceca, le cui determinazioni al riguardo sono brevemente riassunte dalla CAA Romena nella succitata notifica del 2 febbraio 2018. In quest'ultima, la CAA Romena fornisce inoltre il numero della LMA Parte 66, con il nominativo del relativo titolare a cui tale LMA è intestata, che sono state oggetto del provvedimento di revoca (vedi table 1) o di limitazione (seconda tabella). Le LMA Parte 66 revocate devono essere restituite dal titolare alla CAA Romena.

La presente informativa è fornita alle parti interessate, e in particolare alle imprese certificate da ENAC in accordo ai pertinenti allegati del Reg. (UE) n. 1321/2014, che dovessero impiegare tali persone e/o aver rilasciato ad esse certification autorisation e/o altro tipo di autorizzazione/approvazione, al fine di adottare i necessari ed opportuni provvedimenti del caso. A tal fine, qualsiasi ulteriore informazione o dettaglio sulla succitata notifica, può essere richiesto ai punti di contatto per tale materia forniti dalla CAA Romena nel proprio sito istituzionale, direttamente o per il tramite della Direzione/Ufficio Operazioni ENAC competente per territorio. 

Roma, 7 Dicembre 2017 - Notifica del 6 Dicembre 2017 della autorità Tedesca dell'Aviazione Civile - LBA, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea. Con tale notifica LBA, in qualità di autorità competente sulle licenze per la Repubblica Federale di Germania, informa EASA e gli Stati membri EASA che l'impresa Airbus Helicopters Deutschland GmbH (DE.147.0007) ha adottato un provvedimento di revoca in relazione ad un certo numero (22) di Certificate of Recognition (CofR) per gli esami sui moduli di conoscenza basica per cat. B1 da essa rilasciati. Il numero del CofR revocato e il nominativo dello studente cui quel CofR è intestato sono riportati nella tabella contenuta nella summenzionata notifica.
Per qualsiasi ulteriore informazione o dettaglio sui CofR revocati oggetto della notifica LBA è possibile inoltrare richiesta ai punti di contatto per tale materia forniti da LBA nel sito istituzionale.

Roma, 6 Dicembre 2017 - Notifica del 5 Dicembre 2017 della autorità greca dell'Aviazione Civile - HCAA, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea. Con tale notifica HCAA, in qualità di autorità competente sulle licenze per la repubblica di Grecia, informa EASA e gli Stati membri EASA che, a seguito della informativa fornita dalla autorità romena circa il provvedimento di revoca di alcuni Certificate of Recognition (CofR) emessi dall'impresa TQAS (RO.147.005) (vedi Nota datata 3 Novembre 2017), ha adottato un provvedimento di sospensione in relazione alle Licenze Parte 66 elencate nella notifica stessa. Per qualsiasi ulteriore informazione circa l'eventuale ripristino della validità delle summenzionate Licenze, si può inoltrare apposita richiesta alla HCAA, ai punti di contatto reperibili sul sito istituzionale della succitata autorità.

Roma, 10 Novembre 2017 - Notifica del 9 Novembre 2017 della autorità Ungherese dell'Aviazione Civile - HgCAA, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, con la quale informa EASA e gli Stati membri EASA di aver adottato provvedimenti di sospensione del certificato di approvazione di due imprese approvate secondo Parte M Capitolo G e di limitazione del certificato di approvazione di un'impresa approvate secondo Parte M Capitolo F.
Dettagli sulle imprese interessate e sulla data di efficacia del provvedimento adottato sono forniti nella summenzionata notifica pubblicata dall'autorità Ungherese. In caso di necessità, maggiori informazioni o aggiornamenti in relazione ai suddetti provvedimenti possono essere richiesti direttamente alla HgCAA usando i punti di contatto forniti sul sito istituzionale internet della stessa.

Roma, 10 Novembre 2017 - Rettifica del 3 Novembre 2017 della autorità Slovena dell'Aviazione Civile - CAA-SLO alla precedente Notifica del 11 Ottobre 2017 della medesima autorità, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea. Con tale rettifica, la CAA-SLO, nel confermare il provvedimento (cancellazione) adottato, ai sensi del paragrafo 147.A.135(b), nei confronti del Certificate of Recognition n. Sl.147.1 00-1015/2016, emesso per uno studente dall'impresa Adria Airways Tehnika d.d., Zgornji Brnik 130h, 4210
Brnik Aerodrom, Slovenia, approval reference n. Sl.147.100 e le motivazioni che lo hanno determinato, informa EASA e gli Stati membri EASA sulla corretta estensione del periodo in cui la persona interessata non può sostenere qualsiasi nuovo esame come indicato nel paragrafo 147.A.135(b). Dettagli sulla persona (nominativo) e sulla data fino alla quale al candidato deve essere impedito di sostenere qualsiasi esame, sono forniti nella summenzionata notifica pubblicata dall'autorità Slovena. 

Roma, 3 novembre 2017 - Notifica del 2 Novembre 2017 della autorità rumena dell'Aviazione Civile - RCAA, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea. Con tale notifica RCAA informa EASA e gli Stati membri EASA che l'impresa TQAS ha adottato un provvedimento di revoca in relazione ad un certo numero (54) di Certificate of Recognition (CofR), da essa rilasciati a studenti di varie nazionalità.
Nel documento Revoked C of R allegato alla summenzionata notifica sono forniti (vedi Tabelle 1 e 2) la motivazione del provvedimento, i riferimenti degli intestatari dei CofR invalidati (nome, luogo e data di nascita), la data dell'esame o riesame interessato, il numero dei CofR revocati e la data di emissione, i moduli basici e la tipologia di esame attestati nel certificato, la data fino alla quale al candidato titolare del CofR oggetto del provvedimento (solo quelli elencati nella tabella 2) deve essere impedito di sostenere qualsiasi nuovo esame nei 12 mesi successivi alla data dell'esame in cui è stato scoperto a imbrogliare (rif. paragrafo 147.A.135(b). Tali provvedimenti rappresentano una delle misure adottate da TQAS a fronte di non conformità emerse nel corso di due audit, uno interno condotto da TQAS stessa (che ha portato alla revoca dei CofR elencati nella tabella 1) e uno straordinario condotto dalla RCAA a seguito di una segnalazione ricevuta, whistleblower, che ha portato, dopo l'indagine interna di TQAS, alla decisione di revocare i CofR elencati nella tabella 2.

Roma, 19 Ottobre 2017 - La DGAC - Francese (DGAC-F), quale autorità competente per la Francia per il rilascio delle licenze, ha pubblicato in data 18 ottobre 2017 sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, una notifica con cui fornisce, a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri, i risultati delle attività e le azioni intraprese a seguito dell'EASA SIB 2014-32 (ultima revisione) e della Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea in relazione alle persone titolari di Licenza Parte 66 (LMA), rilasciata dalla autorità francese sulla base di Certificate of Recognition rilasciati dalla Impresa Parte 147, Hellenic Aviation Training Academy (HATA).

Il file allegato, estratto dal file excel pubblicato su SINAPSE, fornisce i dettagli sulle LMA interessate, rilasciate dalla autorità francese, sui nominativi dei rispettivi titolari, sui provvedimenti presi e sullo status di validità delle stesse.

Qualora si venga contattati da qualcuno elencato nel suddetto file e si avessero dei dubbi sulle licenze da essi presentate, la persona contattata può inoltrare richieste di chiarimento o maggiori dettagli/ulteriori informazioni alla Direzione/Ufficio Operazioni ENAC competente per territorio o alla DGAC Francese ai riferimenti da essa indicati nella pertinente sezione per le licenze Parte 66 del proprio sito internet. 

Roma, 18 Ottobre 2017 - Notifica del 13 ottobre 2017 dell'autorità Belga dell'Aviazione Civile - Belgian CAA. Con tale notifica, la Belgian CAA informa EASA e gli Stati membri EASA del provvedimento di revoca adottato, ai sensi dell'articolo 14(1) del Regolamento (CE) n. 216/2008, nei confronti del Certificato di Approvazione n. BE.145.30, intestato all'impresa Aircraft Power Maintenance N.V.    

Roma, 5 Ottobre 2017 - L'autorità tedesca dell'Aviazione Civile - LBA, ha pubblicato il 5 ottobre 2017, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione, una notifica con cui informa EASA e gli Stati membri EASA che l'impresa TRAINICO GmbH, titolare del Certificato di Approvazione secondo Parte 147, n. DE.147.0012, ha adottato un provvedimento di revoca per 15 (quindici) Certificate of Recognition (CofR) per un corso di addestramento basico, per Categoria A, da essa rilasciati a studenti di varie nazionalità. Tale provvedimento è stato adottato dalla TRAINICO GmbH a seguito di un audit condotto da LBA presso la suddetta impresa e dei risultati della conseguente approfondita indagine sui
corsi effettuati. Tale indagine ha portato all'identificazione dei 15 casi in questione, per i quali non è stato possibile dimostrare il soddisfacimento del minimo tempo di partecipazione da parte degli studenti per poter essere considerati raggiunti gli obiettivi del corso, come indicato nella AMC 147.A.200(f). LBA inoltre informa che l'impresa TRAINICO GmbH ha provveduto alla sostituzione dei CofR revocati con CofR per esami di conoscenza basica in Categoria A. I numeri dei CofR revocati dalla TRAINICO GmbH sono riportati nell'estratto della comunicazione LBA. Per qualsiasi ulteriore informazione o dettaglio sugli intestatari CofR revocati dalla TRAINICO GmbH oggetto della notifica LBA, è possibile inoltrare richiesta alla Direzione /Ufficio Operazioni ENAC competente per territorio. 

Roma, 26 settembre 2017 - L'Autorità greca per l'Aviazione Civile - Hellenic Civil Aviation Authorit (HCAA), autorità competente per la Grecia per il rilascio delle licenze, ha reso disponibile sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri EASA, un aggiornamento (rev. 4) della lista pubblicata in precedenza in SINAPSE nel Maggio 2017, che è quindi superata. Questo aggiornamento riflette gli esiti delle ulteriori attività condotte da HCAA in linea con la Decision n. 2016-2537 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea  al SIB EASA no. 2014-32R1. Con questa nota si rende disponibile un estratto, in formato pdf, del file excel di aggiornamento fornito da HCAA, limitando le informazioni a quelle minime utili a identificare la LMA interessata Qualora si venga contattati da qualcuno che tenta di utilizzare una qualsiasi delle licenze elencate nel suddetto documento, la persona contattata può inoltrare richieste di maggiori dettagli e ulteriori informazioni alla HCAA, agli indirizzi d2aw@hcaa.gr , or d2@hcaa.gr, d2a@hcaa.gr , utili a identificare con certezza il titolare della licenza(e), cui si è interessati, ed eventuali sviluppi su di essa.

NOTA: fare sempre un confronto incrociato con le eventuali altre comunicazioni pubblicate al
riguardo da parte di HCAA nel loro rispettivo sito.

Roma, 22 Settembre 2017 - L'autorità tedesca dell'Aviazione Civile - LBA, ha pubblicato il 21 Settembre 2017, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione, una notifica con cui informa EASA e gli Stati membri EASA che l'impresa Air-Tech Bildung, titolare del Certificato di Approvazione secondo Parte 147, n. DE.147.0014, ha adottato un provvedimento di revoca per 25 (venticinque Certificate of Recognition (CofR) emessi per esami nel 2017 su moduli di conoscenza basici, per Categoria B1, di cui alla Appendice I alla Parte 66, da essa effettuati presso una sede non approvata (Islamabad/Pakistan) e non condotti in accordo alle procedure di controllo specificate nel MTOE dell'impresa in questione. Tali CofR sono tutti intestati a persone nate in Pakistan. Sulla base dell'informazione ricevuta dall'impresa, LBA ha sollevato gli appropriati finding e ha provveduto a sospendere all'impresa AIR-Tech Bildung il privilegio di condurre esami in sedi non approvate. Per qualsiasi ulteriore informazione o dettaglio sui CofR revocati oggetto della notifica LBA è possibile inoltrare richiesta alla Direzione /Ufficio Operazioni ENAC competente per territorio. 

Roma, 22 Settembre 2017 - Notifica che la DG CAA - Bulgaria, quale autorità competente per la Bulgaria per il rilascio delle licenze, ha pubblicato sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea. Con tale notifica, la DG CAA - Bulgaria fornisce a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri con l'Order 45-01-388 del 5 Settembre 2017 l'elenco delle persone titolari di LMA Parte 66 rilasciata dalla autorità bulgara che hanno superato con successo, presso un'impresa approvata secondo Parte 147, la rivalutazione del loro livello di conoscenza nei moduli tecnici di cui alla Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea.
I contenuti dell'order 45-01- 388 costituiscono, limitatamente alle persone in esso elencate, un aggiornamento delle informazioni fornite dalla DG CAA - Bulgaria nella sua precedente notifica relativa ai provvedimenti adottati nei confronti di alcuni titolari di LMA Parte 66 che detengono Licenze AML Parte 66 da essa rilasciate (rif. notifica della DG CAA Bulgara pubblicata su questa pagina l'8 febbraio 2017, relativa all'Order n. 45-01- 45.
Gli order 45-01-45, 45-01-161, 45-01-229 e 45-01-388 sono pubblicati anche su sito della autorità bulgara ai seguenti indirizzi:
https://www.caa.bg/bg/category/616/vazhno ,
https://www.caa.bg/sites/default/files/uploads/home/ordinance_45-01-%20388.pdf
https://www.caa.bg/sites/default/files/uploads/important_docs/45_01_229.pdf
https://www.caa.bg/sites/default/files/uploads/important_docs/45_01_161_2.pdf
https://www.caa.bg/sites/default/files/uploads/important_docs/45_01_161_2.pdf
Qualora si venga contattati da qualcuno elencato nei suddetti order e si avessero dei dubbi sulle licenze da essi presentate, la persona contattata può inoltrare richieste di chiarimento o maggiori dettagli/ulteriori informazioni alla DG CAA - Bulgaria ai riferimenti da essa indicati nella pertinente sezione del proprio sito intenet. NOTA: fare sempre un confronto incrociato con le eventuali comunicazioni pubblicate al riguardo da parte di DG CAA - Bulgaria nel proprio sito.
 

Roma, 18 Settembre 2017 - L'autorità Francese per l'aviazione civile (DGAC), quale autorità competente per il rilascio delle licenze Parte 66, ha pubblicato, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, in data 11 settembre 2017, una notifica per informare EASA e gli Stati membri EASA circa il fatto che il Sig. François POSTE, nato il 6 agosto 1967 a Bastogne Belgio, ha presentato alla DGAC :
- una Licenza Parte 66 falsa, n. FR.66.008601 (il cui detentore risulta in realtà essere, come riportato dalla DGAC Francese, il Sig. Maxime Tantard);
- Falsi certificati di riconoscimento (Certificate of Recognition) secondo Parte 147 per corsi sul tipo di aeromobile (ad es. sul tipo Airbus A330 (GE CF6) T1 + T2 emessi da AIR FRANCE INDUSTRIES, ecc.)
- altri Certificati falsi (ad es. su EWIS e Fuel Tank Safety dalla AIR FORMATION, ...)
La la DGAC francese riporta che il sig. François POSTE non ha mai fatto domanda per una licenza francese Part-66.
Inoltre la DGAC francese informa che il documento AML Parte 66 francese (EASA Form 26) ha un tubicino d'argento che diventa nero quando la LMA viene copiata.

Roma, 15 Settembre 2017 - L'autorità Ungherese per l'aviazione civile, quale autorità competente per il rilascio delle licenze Parte 66, ha pubblicato, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, in data 11 settembre 2017, una notifica per informare EASA e gli Stati membri EASA di aver emesso un provvedimento di sospensione della LMA Parte 66 n. HR.66.0162, intestata al Sig. Simo Petrović per un periodo di sei mesi, dal 24 agosto 2017 al 23 febbraio 2018. 

Roma, 28 Giugno 2017 - Notifica che la DG CAA - Bulgaria, quale autorità competente per la Bulgaria per il rilascio delle licenze, ha pubblicato sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea in data 26 giugno 2017. Con tale notifica, la DG CAA - Bulgaria fornisce a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri con gli Order 45-01-229 del 9 giugno 2017 e 45-01-161 del 28 Aprile 2017 l'elenco delle persone titolari di LMA Parte 66 rilasciata dalla autorità bulgara che hanno superato con successo, presso un'impresa approvata secondo Parte 147, la
rivalutazione del loro livello di conoscenza nei moduli tecnici di cui alla Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea. I contenuti degli order 45-01- 229 e 45-01- 161 costituiscono, limitatamente alle persone in essi elencate, un aggiornamento delle informazioni fornite dalla DG CAA - Bulgaria nella sua precedente notifica relativa ai provvedimenti adottati nei confronti di alcuni titolari di LMA Parte 66 che detengono Licenze AML Parte 66 da essa rilasciate (rif. notifica della DG CAA Bulgara pubblicata su questa pagina l'8 febbraio 2017, relativa all'Order n. 45-01- 45. Gli order summenzionati sono pubblicati anche su sito della autorità bulgara ai seguenti indirizzi:

https://www.caa.bg/bg/category/616/vazhno ,
https://www.caa.bg/sites/default/files/uploads/important_docs/45_01_229.pdf
https://www.caa.bg/sites/default/files/uploads/important_docs/45_01_161_2.pdf
https://www.caa.bg/sites/default/files/uploads/important_docs/zapoved_45_01_45_07022017_spirane66.pdf

Qualora si venga contattati da qualcuno elencato nei suddetti order e si avessero dei dubbi sulle licenze da essi presentate, la persona contattata può inoltrare richieste di chiarimento o maggiori dettagli/ulteriori informazioni alla DG CAA - Bulgaria ai riferimenti da essa indicati nella pertinente sezione del proprio sito intenet. NOTA: fare sempre un confronto incrociato con le eventuali comunicazioni pubblicate al riguardo da parte di DG CAA - Bulgaria nel proprio sito.

Roma, 16 Giugno 2017 - L'Autorità greca per l'Aviazione Civile - Hellenic Civil Aviation Authority (HCAA), autorità competente per la Grecia per il rilascio delle licenze, ha reso disponibile sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri EASA, un aggiornamento (rev. 3) della lista pubblicata in precedenza in SINAPSE nel Maggio 2017, che è quindi superata. Questo aggiornamento riflette gli esiti delle ulteriori attività condotte da HCAA in linea con la Decision n. 2016-2537 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e al SIB EASA no. 2014-32R1. Con questa nota si rende disponibile un estratto, in formato pdf, del file excel di aggiornamento fornito da HCAA, limitando le informazioni a quelle minime utili a identificare la LMA interessata Qualora si venga contattati da qualcuno che tenta di utilizzare una qualsiasi delle licenze elencate nel suddetto documento, la persona contattata può inoltrare richieste di maggiori dettagli e ulteriori informazioni alla HCAA, agli indirizzi d2aw@hcaa.gr, or d2@hcaa.gr , d2a@hcaa.gr , utili a identificare con certezza il titolare della licenza(e), cui si è interessati, ed eventuali sviluppi su di essa. NOTA: fare sempre un confronto incrociato con le eventuali altre comunicazioni pubblicate al riguardo da parte di HCAA nel loro rispettivo sito. 

Roma, 15 Giugno 2017 - La European Aviation Safety Agency (EASA), in considerazione delle sempre più frequenti richieste di chiarimento sulla materia che le pervengono dagli operatori di settore, ha ritenuto opportuno rendere disponibile anche sulla web communication platform SINAPSE alle autorità competenti degli Stati Membri EASA, il documento di policy "EASA policy on Certificates of Release to Service for aircraft maintenance and associated responsibilities of maintenance organisations and CAMOs" ("CRS policy 171215"). Questo documento è da tempo disponibile anche nella pagina delle FAQ EASA sulla Continuing Airworthiness. Questo documento riassume i requisiti regolamentari applicabili all'argomento, descrivendone gli intenti in accordo all'interpretazione che a detti requisiti è data dall'European Aviation Safety Agency (EASA). 

Roma, 9 Giugno 2017 - Notifica dell' 8 Giugno 2017 dell'European Aviation Safety Agency, pubblicata a richiesta della Foreign Approvals section di EASA, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea e inviata in data 9 Giugno 2017. Con tale notifica EASA informa gli Stati membri EASA che un certo numero di candidati sono stati sorpresi ad imbrogliare mentre sostenevano, in data 27 Aprile 2017, l'esame sulle conoscenze basiche ai sensi della Parte 66. Di conseguenza, ai sensi degli applicabili requisiti della Parte 147, le persone identificate nella notifica non possono sostenere qualsiasi ulteriore esame fino al 27 Aprile 2018. Nominativo, nazionalità e documento di identità delle persone coinvolte sono forniti nella summenzionata notifica pubblicata EASA. Per ulteriori informazioni è possibile contattare EASA, Mr. Frederic Mur (Frederic.mur@easa.europa.eu ). 

Roma, 23 Maggio 2017 - CM-S- 008 issue1,del 04 Aprile 2017- Additive Manufacturing - EASA ha recentemente pubblicato il Certification Memorandum No. CM-S- 008 (Issue 1) con lo scopo di fornire una guida, per le autorità e le organizzazioni interessate, sull'introduzione della manifattura additiva, principalmente nei processi di progettazione e produzione ma anche in ambiente manutentivo. La
manifattura additiva permette di costruire oggetti attraverso la deposizione continua di strati successivi di materiale, partendo da modelli 3D digitali. Allo sviluppo di tale tecnologia hanno contribuito software dedicati e le stampanti 3D di ultima generazione. Sfruttando le caratteristiche della manifattura additiva è possibile produrre parti di qualsiasi forma, integrare più componenti in un'unica parte, ridurre il peso, gli scarti e quindi i costi. Le imprese di produzione introducono la manifattura additiva quando prevista dal detentore del progetto (, informandone preventivamente l'autorità competente per discutere e valutare con essa l'impatto di tale novità nella produzione, e per ottenerne quando applicabile l'approvazione preventiva (in questo contesto assume particolare rilevanza il contenuto dell'accordo tecnico tra il TC/STC holder e la POA). Le imprese e le rispettive autorità competenti sono quindi invitate a seguire le raccomandazioni contenute nel CM-S- 008 (Issue 1), quando applicabili. Come sottolineato nella nota del paragrafo 4 del CM-S- 008 (Issue 1) stesso, l'intento di tali linee guida è applicabile (oltre ai richiedenti una approvazione ETSO) anche alle imprese approvate in accordo alla Parte 145, per una sensibilizzazione sulla problematica e in relazione alle limitazioni associate all'interpretazione della AMC 145.A.42(c) 

Roma, 8 Maggio 2017 - Notifica del 4 Maggio 2017 della autorità tedesca dell'Aviazione Civile - LBA, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea e inviata in data 5 Maggio 2017. Con tale notifica LBA informa EASA e gli Stati membri EASA di aver preso provvedimenti, ai sensi del paragrafo 147.A.135(b), nei confronti di un candidato sorpreso ad imbrogliare mentre sosteneva un esame sulla conoscenze basiche ai sensi della Parte 66 a Doha, Qatar. Per effetto di tale provvedimento, come indicato nel paragrafo 147.A.135(b), la persona interessata non può sostenere qualsiasi nuovo esame nei 12 mesi successivi alla data dell'esame in cui è stato scoperto a imbrogliare. Dettagli sulla persona (nominativo e data di nascita) e sulla data dell'esame interessato sono forniti nella summenzionata notifica pubblicata dall'autorità tedesca LBA.

Roma, 2 Maggio 2017 - L'Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea - European Aviation Safety Authority (EASA) ha reso disponibile sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, alle autorità competenti degli Stati Membri EASA, un file contenente l'elenco delle LMA rilasciate o modificate sulla base di Certificate of Recognition, emessi dall'impresa Hellenic Aviation Training Academy (HATA), e interessati dalla Decision n. 2016-2537 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e dal SIB EASA no. 2014-32R1, sulle quali le autorità competenti degli Stati Membri hanno effettuato le valutazioni e adottato come applicabili i conseguenti provvedimenti, come richiesto dalla Decision n. 2016-2537 e dal SIB EASA no. 2014-32R1. In relazione a ciò, con questa nota, si rende disponibile un estratto, informato pdf, del file fornito da EASA, limitando le informazioni a quelle minime utili a identificare la LMA interessata, le attività svolte e le misure adottate su di esse dalla autorità competente. Qualora si venga contattati da qualcuno che tenta di utilizzare una qualsiasi delle licenze elencate nel suddetto documento, la persona contattata può inoltrare richieste di maggiori dettagli e ulteriori informazioni utili a identificare con certezza il titolare della licenza(e) cui si è interessati, ed eventuali sviluppi su di essa, alle strutture responsabili per le LMA dell'autorità competente, agli indirizzi reperibili nel sito internet delle stesse. NOTA: fare sempre un confronto incrociato con le eventuali altre comunicazioni pubblicate al riguardo da parte delle singole autorità dei Paesi Membri EASA nei loro rispettivi siti o da ENAC in questa pagina. 

Roma, 2 Maggio 2017 - L'Autorità greca per l'Aviazione Civile - Hellenic Civil Aviation Authority (HCAA), autorità competente per la Grecia per il rilascio delle licenze, ha reso disponibile sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri EASA, un aggiornamento, in un unico file, delle liste già pubblicate sul proprio sito, in data 28 Marzo 2017 e in data 31 marzo 2017 (rif. nota del 31 Marzo 2017 della HCAA). Queste liste riflettono gli esiti delle ulteriori attività condotte da HCAA in linea con la Decision n. 2016-2537 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e al SIB EASA no. 2014-32R1. Con questa nota si rende disponibile un estratto, in formato pdf, del file excel di aggiornamento fornito da HCAA, limitando le informazioni a quelle minime utili a identificare la LMA interessata Qualora si venga contattati da qualcuno che tenta di utilizzare una qualsiasi delle licenze elencate nel suddetto documento, la persona contattata può inoltrare richieste di maggiori dettagli e ulteriori informazioni alla HCAA, agli indirizzi d2aw@hcaa.gr , or d2@hcaa.grd2a@hcaa.gr , utili a identificare con certezza il titolare della licenza(e), cui si è interessati, ed eventuali sviluppi su di essa. NOTA: fare sempre un confronto incrociato con le eventuali altre comunicazioni pubblicate al riguardo da parte di HCAA nel loro rispettivo siti o da ENAC in questa pagina.

Roma, 29 Aprile 2017 - L'Autorità per l'Aviazione Civile Tedesca (LBA), autorità competente per la Germania per il rilascio delle licenze, ha pubblicato in data 28 Aprile 2017, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, una nota con la quale informa EASA, le autorità competenti degli Stati Membri e chiunque possa essere interessato, del provvedimento di revoca, adottato da AEROBildung titolare di approvazione DE.147.0002, di 24 Certificate of Recognition (CofR) per Categoria B1, riguardanti esami basici, da essa emessi nel 2016. Il provvedimento è stato adottato dall'impresa a seguito di una approfondita indagine, da essa condotta congiuntamente alla Luftfahrt-Bundesamt (LBA), a seguito di un suggerimento di EASA sulla base di un 'whistle-blower'. Da questa indagine sono emerse imbrogli e manipolazioni in relazione agli esami effettuati a Erzincan, in Turchia, nel 2015. I nominativi, il numero del CofR revocato e altre informazioni di dettaglio sono disponibili nella tabella contenuta nella succitata nota LBA. Qualora interessati, maggiori dettagli possono essere richiesti a LBA ai punti di contatto forniti sul sito istituzionale della stessa.

Roma, 31 Marzo 2017 - L'Autorità greca per l'Aviazione Civile - Hellenic Civil Aviation Authority (HCAA), autorità competente per la Grecia per il rilascio delle licenze, ha pubblicato sul proprio sito, in data 28 Marzo 2017 e in data 31 marzo 2017, un Announcement of the level of knowledge of the affected holders (technical Modules - CoRs) per il personale di nazionalità greca e per quello di nazionalità estera . Ciascuno di tali Announcement contiene una tabella nella quale sono elencate un certo numero di LMA Parte 66 emesse da HCAA con il relativo stato come risultante a conclusione delle valutazioni da essa condotte in accordo alla Decision n. 2016-2537 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea  e al SIB EASA no. 2014-32R1 . Come chiarito da HCAA, nell'elenco del personale di nazionalità estera risulta mancante la LMA no. EL.66.009074, che è stata revocata, e il testo che accompagna la lista di nomi nei due summenzionati documenti di HCAA differisce per la presenza, in quello in lingua greca, di un paragrafo aggiuntivo in cui si spiega che le LMA con riportato "Full Privilege" nella seconda colonna della tabella, possono continuare a esercitare i privilegi della loro licenza. Qualora si venga contattati da qualcuno che tenta di utilizzare una qualsiasi delle licenze elencate nel suddetto documento, la persona contattata può inoltrare richieste di maggiori dettagli e ulteriori informazioni alla HCAA, agli indirizzi d2aw@hcaa.gr , or d2@hcaa.grd2a@hcaa.gr , utili a identificare con certezza il titolare della licenza(e) cui si è interessati.

Roma, 22 Marzo 2017 - L'Autorità per l'Aviazione Civile Tedesca (LBA), autorità competente per la Germania per il rilascio delle licenze, ha pubblicato in data 22 Marzo 2017, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, una nota con la quale informa EASA e le autorità competenti degli Stati Membri del provvedimento di sospensione da essa adottato nei confronti della AML no. DE.66.10435, intestata al Sig. ASLAN Safa, residente ad Istanbul,Turchia, che era interessata dai contenuti della Decision n. 2016-2537 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e del SIB EASA no. 2014-32R1. Il titolare non ha provveduto ad inoltrare ad LBA, nei tempi fissati, nuovi certificati riguardo ai moduli di conoscenze basiche 7A, 15 e 17A, per Categoria B1. Qualora interessati, maggiori dettagli o aggiornamenti possono essere richiesti a LBA ai punti di contatto forniti sul sito istituzionale della stessa 

Roma, 17 Marzo 2017 - Lettera di Notifica della Autorità per l'Aviazione Civile del Regno Unito (CAA UK), pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, con la quale la CAA-UK, autorità competente per il Regno Unito per il rilascio delle licenze, in data 15 Marzo 2017, fornisce a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri informazioni sui provvedimenti adottati per sospendere / limitare i privilegi delle licenze Parte 66 emesse dal CAA UK e interessate dai contenuti della Decision n. 2016-2537 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e del SIB EASA no. 2014-32R1, e sul processo per il reintegro di tali privilegi.
La summenzionata lettera di Notifica fornisce l'elenco delle licenze Parte 66, emesse dal CAA UK sulla base di Certificate of Recognitions, relativi ai moduli tecnici di cui alla Appendice I alla Parte 66 (moduli 7, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17), emessi da HATA (EL.147.0007), che sono state interessate da suddetti provvedimenti, senza però fornire i nominativi dei relativi titolari. Qualora si venga contattati da qualcuno che tenta di utilizzare una qualsiasi delle licenze elencate nella summenzionata lettera di notifica, il CAA UK si è detto disponibile, a fronte di dedicata richiesta via email, da parte della persona contattata, all'indirizzo ELDWEB@caa.co.uk, a fornire le ulteriori informazioni utili a identificare con certezza il titolare della licenza(e) cui si è interessati. 

Roma, 17 Marzo 2017 - L'Autorità per l'Aviazione Civile Bulgara (CAA BG), autorità competente per la Bulgaria per il rilascio delle licenze, ha pubblicato in data 16 Marzo 2017, sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, una nota con la quale informa EASA e le autorità competenti degli Stati Membri del provvedimento di sospensione da essa adottato nei confronti della AML # BG.66.A.00511-51067 (rilasciata il 11/02/2014 e valida sino al 10/02/2019) intestata al Sig. Ivaylo Hristov Koev. La sospensione della LMA ha decorrenza dal 23 Febbraio 2017 e le motivazioni del provvedimento adottato sono contenuti nella nota rif. n. 45-01- 64 del 23 Feb 2017 in lingua bulgara. Chiunque fosse interessato a conoscere maggiori dettagli al riguardo può presentare motivata richiesta direttamente alla autorità bulgara, utilizzando i riferimenti resi disponibili nel sito della stessa.

Roma, 23 Febbraio 2017 - Notifica della autorità greca dell'Aviazione Civile, pubblicata sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea, con la quale la Hellenic Civil Aviation Authority HCAA, autorità competente per la Grecia per il rilascio delle licenze, in data 17 Febbraio 2017, fornisce ad EASA e alle autorità competenti ulteriori informazioni su ulteriori provvedimenti adottati in termini di sospensione dei privilegi e le azioni attese dalle parti interessate, e i termini ultimi per la loro adozione, in accordo ai contenuti della Decision n.2016-2537 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e del SIB EASA no. 2014-32R1, in relazione agli individui che detengono Licenze AML Parte 66 rilasciate da HCAA e basate sui Certificate of Recognition rilasciati in relazione ai moduli tecnici di cui alla Appendice I alla Parte 66 (moduli 7, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17) emessi da HATA. Maggiori dettagli sui contenuti, sulla portata e sui destinatari di tali informativa possono essere acquisiti dalla lettura diretta di tale notifica che, come confermato dalla stessa HCAA, sarà pubblicata sul sito istituzionale internet di HCAA.

Roma, 10 Febbraio 2017 - Questa nota è per informare che il CAA UK ha pubblicato I'Information Notice IN-2017/006 contenente le informazioni per rispondere alla pubblicazione del Safety Information Bulletin EASA SIB No: 2014-32R1 pubblicata da EASA in data 11 Gennaio 2017 contenente le raccomandazioni suggerite da EASA per l'implementazione delle previsioni della Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea.

Roma, 8 febbraio 2017 -  Notifica che la DG CAA - Bulgaria, quale autorità competente per la Bulgaria per il rilascio delle licenze, ha pubblicato sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea in data 8 febbraio 2017. Con tale notifica, DG CAA - Bulgaria fornisce a EASA e alle autorità competenti degli Stati Membri informazioni sui provvedimenti adottati nei confronti di alcuni titolari di LMA Parte 66 che detengono Licenze AML Parte 66 da essa rilasciate, ed elencati nell'Order 45-01- 45 del 07 febbraio 2017 in accordo ai contenuti della Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e del SIB EASA no. 2014-32R1.

Roma, 31 Gennaio 2017 - Notifica della autorità greca dell'Aviazione Civile - che la Hellenic Civil Aviation Authority HCAA, quale autorità competente per la Grecia per il rilascio delle licenze, ha pubblicato sulla web communication platform SINAPSE della Commissione Europea in data 24 Gennaio 2017. Con tale notifica, HCCA fornisce ad EASA e alle autorità competenti informazioni sui provvedimenti adottati e le azione attese dalle parti interessate in accordo ai contenuti della Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea e del SIB EASA no. 2014-32R1, in relazione a gli individui che detengono Licenze AML Parte 66 rilasciate da HCAA e basate sui Certificate of Recognition rilasciati in relazione ai moduli tecnici di cui alla Appendice I alla Parte 66 (moduli 7, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17) emessi da HATA, con particolare riguardo a quelli che operano al di fuori del territorio greco.

Roma, 12 Gennaio 2017 - Safety Information Bulletin EASA SIB No: 2014-32R1 pubblicata da EASA in data 11 Gennaio 2017 contenente le raccomandazioni suggerite da EASA per l'implementazione delle previsioni della Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea. Questa nota è a completamento dell'informazione pubblicata in questa pagina in data 22 Dicembre 2016 sulla pubblicazione da parte della Commissione Europea della Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea.
In conseguenza della pubblicazione del Safety Information Bulletin EASA SIB No: 2014-32R1, ai titolari di LMA rilasciate da ENAC aventi le caratteristiche richiamate nella succitata Decision, o alle imprese che impiegano tale personale, è quindi richiesto di notificare immediatamente tali situazioni alla Direzione/Ufficio Operazioni ENAC competente per territorio, o all'indirizzo protocollo@pec.enac.gov.it (se si utilizza posta elettronica certificata per la notifica) , ovvero all'indirizzo navigabilita@enac.gov.it, e di attenersi a quanto loro richiesto nelle pertinenti sezioni del Safety Information Bulletin EASA SIB No: 2014-32R1 pubblicata da EASA in data 11 Gennaio 2017 in attesa di apposite istruzioni da parte di ENAC.

Roma, 22 Dicembre 2016 - Decision n. 2016-2357 del 19 Dicembre 2016 della Commissione Europea. La Commissione Europea, in data 21 Dicembre 2016, ha pubblicato la Decision n. 2016-2537 del 19 Dicembre 2016. Con tale documento, la Commissione informa della mancanza di effettivo rispetto del regolamento (CE) n 216/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, e delle sue norme di attuazione, per quanto riguarda i Certificate of Recognition (CofR) relativi ad esami sulle conoscenze basiche sui moduli tecnici di cui alla Appendice I alla Parte 66 (moduli 7, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17) emessi da HATA e le Licenze Parte-66 rilasciate dalle autorità competenti degli Stati membri sulla base di questi certificati di riconoscimento. Con tale Decision, la commissione richiede che le autorità competenti degli Stati Membri adottino le opportune misure correttive e di salvaguardia utili ad affrontare i rischi per la sicurezza potenzialmente connessi a tale situazione, consistenti nella ri-valutazione di tutte le licenze da esse eventualmente emesse sulla base di CofR HATA, da effettuarsi prima del 21 marzo 2017 (tre mesi dalla data di pubblicazione del provvedimento), tenendo conto delle raccomandazioni pubblicate da EASA nell'ultima revisione del Safety Information Bulletin EASA SIB No: 2014-32 pubblicata da EASA.
Fermo restando il rispetto di qualsiasi obbligo previsto o richiesto dal regolamento (CE) n 216/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, e dalle sue norme di attuazione, in conseguenza di quanto descritto, al fine di agevolare l'adempimento di quanto richiesto alle autorità competenti dalla succitata Decision n. 2016-2357, i titolari di LMA rilasciate da ENAC aventi le caratteristiche richiamate nella succitata Decision, o le imprese che impiegano tale personale, sono invitati a notificare prontamente tali situazioni alla Direzione/Ufficio Operazioni ENAC competente per territorio, o all'indirizzo protocollo@pec.enac.gov.it (se si utilizza posta elettronica certificata per la notifica) , ovvero all'indirizzo navigabilita@enac.gov.it.

Roma, 19 luglio 2016 - Con riferimento e in aggiornamento alla precedente "nota del 2 marzo 2016" sotto riportata, l'autorità Ungherese per l'Aviazione Civile (NTA AA), attraverso la pubblicazione di una nota del 13 Luglio 2016 sulla piattaforma SINAPSE, ha informato EASA, gli Stati membri EASA e le loro rispettive autorità competenti, di aver revocato la sospensione temporanea delle approvazioni n. HU.MG.0014 (CAMO secondo Parte M Capitolo G ) e HU.145.0087 (impresa di manutenzione secondo Parte 145) intestati all'impresa ABC AIR Hungary LTD. Maggiori informazioni sulla materia e sul provvedimento di revoca della sospensione dei suddetti certificati sono disponibili nella succitata nota della NTA AA. 

Roma, 6 aprile 2016 - L'autorità Lituana per l'Aviazione Civile (LT CAA), attraverso l'invio e la pubblicazione, in data 6 Aprile 2016, di una comunicazione sulla piattaforma SINAPSE, ha informato gli Stati membri EASA e le loro rispettive autorità competenti, in merito ai provvedimenti di sospensione/limitazione adottati da LT CAA sull'approvazione (ref. LT.145.005) dell'impresa JSC "Telmikas", quale impresa di manutenzione in accordo all'Allegato II (Parte 145 al Reg. (UE) 1321/2014. Nella medesima comunicazione, LT CAA riporta alcune irregolarità da essa riscontrate nel corso di audit di sorveglianza sulle attività manutentive condotte e sui CRS rilasciati dall'impresa JSC "Telmikas" su alcuni aeromobili dell'Aviazione Generale, e allerta le autorità degli Stati Membri di tener conto di quanto riportato nella comunicazione durante l'effettuazione di revisioni dell'aeronavigabilità (airworthiness review) o di ispezioni ACAM su qualsiasi aeromobile, nel caso in cui emergesse che attività manutentive siano state effettuate e CRS emessi dalla JSC "Temlikas" (LT.145.005) .
Informazioni di maggior dettaglio sulle azioni intraprese dalla autorità lituana, nonché sugli avvisi e sulle non conformità da essa rispettivamente formulati e riscontrate, sono contenute e reperibili nelle suddetta comunicazione cui si rimanda.

Roma, 2 marzo 2016 - L'autorità Ungherese per l'Aviazione Civile (NTA AA), attraverso la pubblicazione della lettera ref. n. FD/LD/NS/A/325/ 2 /2016 del 25 Febbraio 2016 sulla piattaforma SINAPSE, ha informato gli Stati membri EASA e le loro rispettive autorità competenti, di aver temporaneamente sospeso le approvazioni n. HU.MG.0014 (CAMO secondo Parte M Capitolo G ) e HU.145.0087 (impresa di manutenzione secondo Parte 145) intestati all'impresa ABC AIR Hungary LTD. Maggiori informazioni sulle ragioni e sulla durata della sospensione dei suddetti certificati sono disponibili nella comunicazione ref. n. FD/LD/NS/A/325/2/2016 summenzionata.
Superata da informativa del 19 luglio 2016.

Roma, 17 aprile 2015 - L'autorità Francese per l'Aviazione Civile (DGAC) ha informato gli Stati membri EASA, attraverso la pubblicazione su SINAPSE della lettera ref. n. 15-0029 DSAC/NO/AGR del 16 aprile 2015, gli Stati membri EASA e le loro rispettive autorità competenti, di aver scoperto l'esistenza di un certificato di approvazione Parte 145 n. FR.145.491, che sembrerebbe essere stato emesso dalla DGAC, intestato alla compagnia ROTOR INDUSTRIES basata nel Regno Unito, e che è risultato falso.
Nella stessa comunicazione la DGAC francese infatti precisa che il certificato di approvazione Parte 145 n. FR.145.491 genuino fu revocato dalla DGAC Francese il 27/02/2014 ed era intestato all'impresa di manutenzione francese ROTOR FRANCE INDUSTRIES. Maggiori dettagli sull'evento sono disponibili nella comunicazione ref. n. 15-0029 DSAC/NO/AGR del 16 Aprile 2015. Su questo evento, nella medesima comunicazione la DGAC Francese conferma nella medesima comunicazione che è ancora in corso una investigazione ufficiale sull'accaduto.

Pagine correlate

Pagina aggiornata all'11 giugno 2018

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna