ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Esenzioni

L'articolo 14 del regolamento (CE) n. 216/2008 (di seguito "regolamento di base" o "BR") contiene una triplice disposizione di flessibilità, per consentire agli Stati membri di:

  • adottare misure immediate per affrontare un problema di sicurezza (art. 14, comma 1);
  • concedere deroghe in caso di circostanze operative urgenti e impreviste o di una necessità operativa di durata limitata (art. 14, comma 4);
  • concedere deroghe alle disposizioni previste nelle modalità di esecuzione del regolamento di base in cui un livello di sicurezza equivalente può essere raggiunto (art. 14, comma 6).

A seconda del tipo di misura adottata, lo Stato Membro deve darne comunicazione all'EASA, alla Commissione europea e agli altri Stati membri. In tutti i casi EASA è responsabile di valutare le notifiche e fornire la conseguente raccomandazione alla Commissione europea, che adotta la decisione finale al fine di garantire un elevato e uniforme di sicurezza e il corretto funzionamento del mercato interno. Le raccomandazioni emanate da EASA non sono vincolanti, e solo le decisioni adottate dalla Commissione europea hanno valore legale.

Le misure di flessibilità adottate o proposte dagli Stati membri vengono valutate non solo in termini di equivalenza del loro valore di sicurezza, o del valore della sicurezza delle condizioni ad essi connessi, ma anche in termini di le ragioni addotte per giustificare la necessità di derogare.

Nelle tabelle sottostanti sono riportate le deroghe accordate da ENAC per ognuna delle possibili tipologie sopra menzionate.

A. Art. 14, comma 1
Numero/riferimenti EsenzioneOggetto /DestinatariRiferimento(i) Regolamentare oggetto della derogaCondizioni, o Misure compensative, da applicare in alternativaScadenza 
- - - - -

B. Art. 14, comma 4 - Necessità operative di breve durata (operational needs of a limited duration)
Numero/riferimenti EsenzioneOggetto /DestinatariRiferimento(i) Regolamentare oggetto della derogaCondizioni, o Misure compensative, da applicare in alternativaScadenza 

ESE-2016-001-14(4)-M/145/66 (Rif 0087219/RAA del 24 agosto 2016)

- Velivoli a motore complessi (CMPA), plurimotori turboelica, con maximum (certificated) take-off mass (MTOM) inferiore o uguale a 5700Kg, registrati in Italia

- Qualsiasi persona/operatore o impresa che intende impiegare, eseguire e deliberare la manutenzione, gestire la navigabilità continua, o esercitare/ottenere privilegi su tali velivoli

Qualsiasi requisito o previsione del Regolamento (UE) n. 1321/2014, come revisionato, e dell' Annesso I (Parte-M), dell'Annesso II (Parte-145) e dell'Annesso III (Parte-66) al suddetto regolamento, applicabile agli aeromobili CMPA Qualsiasi relativo requisito o previsione del Regolamento (UE) n. 1321/2014, come revisionato, e dell' Annesso I (Parte-M), dell'Annesso II (Parte-145) e dell'Annesso III (Parte-66) al suddetto regolamento, applicabile agli aeromobili diversi da CMPA

1 Gennaio 2020 salvo se non diversamente stabilito da ENAC


C. Art. 14, comma 4 – Impreviste circostanze operative urgenti (unforeseen urgent operational circumstances)
Numero/riferimenti EsenzioneOggetto /DestinatariRiferimento(i) Regolamentare oggetto della derogaCondizioni, o Misure compensative, da applicare in alternativaScadenza 
- - - - -

D. Art. 14, comma 6
Numero/riferimenti EsenzioneOggetto /DestinatariRiferimento(i) Regolamentare oggetto della derogaCondizioni, o Misure compensative, da applicare in alternativaScadenza 
- - - - -

Pagina aggiornata al 26 agosto 2016

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna