ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Aeromobili stranieri - art 83 bis Convenzione ICAO

Impiego di aeromobili immatricolati in altri paesi dell'Unione europea presso imprese italiane titolari di approvazioni operative/licenze per servizi aerei

In conformità con le regolamentazioni vigenti in materia, uno dei presupposti per il rilascio da parte dell'Enac dell'autorizzazione all'impiego di aeromobili immatricolati in altri Paesi dell'Unione Europea, o equiparati (Svizzera, Norvegia, Islanda e Liechtenstein), presso imprese nazionali titolari di approvazioni operative/licenze per servizi aerei per operazioni commerciali è, ad oggi, l'esistenza di un accordo, ai sensi dell'Articolo 83bis della Convenzione Internazionale per l'Aviazione Civile (ICAO Convention), tra lo Stato di Registrazione e lo Stato Italiano (Stato dell'Operatore) per il trasferimento delle funzioni, dei compiti e delle responsabilità di sorveglianza sulle operazioni, sul personale e sulla navigabilità continua di detti aeromobili.

Per opportuna informazione si rappresenta che, ad oggi, l'Enac ha sottoscritto tali accordi con i seguenti Stati dell'Unione Europea (o equiparati), per le tipologie di operazioni di cui alla tabella di seguito specificata.

Tipologia di operazioni per le quali l'Enac ha sottoscritto accordi con altri Stati dell'Unione Europea (o equiparati) secondo art. 83bis Convenzione ICAO
Stato dell'Unione Europea o equiparatoTipo di operazioni
CATCommerciali diverse da CAT
Austria (a) Si Si
Danimarca (a) Si Si
Germania (a) Si No **
Irlanda (a) Si Si
Lituania (a) Si No
Lussemburgo (a) Si No
Malta (a) Si Si *
Polonia (a) Si No
Portogallo (b) Si Si **
Slovenia (a) Si  Si 
Spagna (a) Si Si
Svezia (b) Si Si
Svizzera (a) ***  ***

Legenda:
(a) sono escluse le operazioni rientranti tra quelle descritte nell’art.1.2.(a) del Regolamento (CE) n.216/2008
(b) sono di norma escluse le operazioni rientranti tra quelle descritte nell’art.1.2.(a) del Regolamento (CE) n.216/2008, salvo se espressamente e diversamente previsto, su base singola, nello scambio di lettere di inizializzazione e accettazione dell’accordo per il trasferimento delle responsabilità di sorveglianza
* esclusi rotorcraft
** contattare preventivamente Direzione Regolazione Navigabilità (RNA);
*** accordo su base singola da definire caso per caso.

NOTA: I seguenti Paesi hanno espresso la propria indisponibilità a sottoscrivere accordi secondo art. 83bis della Convenzione ICAO:
Francia
Regno Unito
Germania (limitatamente alle attività di addestramento degli equipaggi di volo presso imprese ATO se differenti da quella del titolare di AOC sotto il quale l'aeromobile in locazione è impiegato).

Per attività di addestramento degli equipaggi di volo presso imprese ATO, vedere anche la Nota Informativa NI-2013-007 e le relative Linee Guida LG 2013/2 - Ed. n. 1 del 31 Luglio 2013.

Impiego di aeromobili immatricolati in italia presso imprese dell'unione europea titolari di approvazioni operative/licenze per servizi aerei

In conformità con le regolamentazioni vigenti in materia, uno dei presupposti, ad oggi, per accettare la dichiarazione di esercente per aeromobili immatricolati in Italia, a favore di imprese di altri Paesi dell'Unione Europea che intendano impiegare detto aeromobile nell'ambito delle proprie approvazioni operative/licenze per servizi aerei per operazioni commerciali è l'esistenza di un accordo, ai sensi dell'Articolo 83bis della Convenzione Internazionale per l'Aviazione Civile (ICAO Convention), firmato tra lo Stato Italiano (Stato di Registrazione) e lo Stato dell'Operatore per il trasferimento delle funzioni, dei compiti e delle responsabilità di sorveglianza sulle operazioni, sul personale e sulla navigabilità continua di detti aeromobili.

Per opportuna informazione si rappresenta che ad oggi Enac ha sottoscritto tali accordi con gli Stati dell'Unione Europea (o equiparati), e per le tipologie di operazioni identificati nella precedente tabella.

Enac contacts


Pagina aggiornata al 30 maggio 2017

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna