ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Programma SANA

Immagine di personale sottobordoProgramma di ispezione sugli Operatori Nazionali

Nel proprio ruolo di ente di controllo sulla aviazione civile italiana, l'Enac è costantemente impegnato nell'attività ispettiva sugli aeromobili operati da vettori nazionali. Con l`entrata in vigore del Regolamento EU 965/2012 che richiede alle Autorità un certo numero di ispezioni a sorpresa, si è ritenuto opportuno integrare i piani di sorveglianza delle Imprese con un programma di ispezioni di rampa ispirato al già esistente Programma SAFA attualmente gestito dall'Agenzia europea per l'aviazione civile (EASA).

Il Programma, denominato SANA per indicarne la applicabilità agli aeromobili operati da vettori nazionali, si propone inoltre di migliorare l'efficacia temporale e gestionale dell'attività ispettiva già condotta dai team di sorveglianza delle Direzioni Operazioni dell'Enac, ed aggiungere un ulteriore elemento di ritorno sul rispetto degli standard di sicurezza della flotta nazionale impiegata in attività di trasporto pubblico. L'Ente dovrà infatti continuare a mantenere un adeguato monitoraggio della flotta stessa pur avendo dovuto eliminare gli interventi di rinnovo dei certificati di navigabilità in seguito all'entrata in vigore della Sottoparte I, Parte M del Regolamento (CE) 2042/03 - Annesso I.
Il programma consiste nella pianificazione, svolgimento ed analisi di ispezioni di rampa, mirate alla verifica delle condizioni di sicurezza di impiego degli aeromobili effettuate durante il transito degli aeromobili stessi oppure in arrivo o in partenza, secondo una lista di controllo predefinita. L'attività di pianificazione delle ispezioni è centralizzata per tenere conto dei risultati delle ispezioni stesse, della analisi di rischio associata all`operatore e favorire l'omogeneità degli interventi sul territorio nazionale.
L'attività ispettiva è svolta, in gran parte, dagli ispettori aeroportuali già impegnati in attività SAFA.

Maggiori dettagli organizzativi sono contenuti nella Nota Informativa NI/2015/001.


Pagina aggiornata al 3 marzo 2015

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

SAFA e SANA

Torna alla navigazione interna