ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (Droni)

Roma, 21 giugno 2018 - Le dichiarazioni devono essere inviate esclusivamente all'indirizzo servizionline@pec.enac.gov.it . Alle dichiarazioni inviate a protocollo@pec.enac.gov.it  non sarà dato alcun riscontro.

Roma, 13 giugno 2018 - A seguito della pubblicazione del Regolamento "Mezzi aerei a pilotaggio remoto" Ed. 2 Emendamento 4 del 21 maggio 2018 si informa che l'ENAC ha completato le attività informatiche necessarie per mettere in atto le modifiche regolamentari.

A partire dal 13.06-2018 gli operatori che intendono effettuare operazioni specializzate critiche in scenari standard devono presentare una dichiarazione mediante modulistica reperibile su questo sito.

Per gli aspetti connessi alla fatturazione riferirsi all'apposita sezione.

Le richieste effettuate tramite domanda di autorizzazione verranno considerate fino al 21 giugno 2018; a partire da quella data non verranno più prese in considerazione. 

Roma, 30 maggio 2018 - Si comunica che il Consiglio di Amministrazione dell'ENAC con delibera n. 14/2018 ha approvato, in data 21 maggio 2018, l'emendamento 4 dell'edizione 2 del Regolamento "Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto".

Con l'introduzione degli scenari standard, già lo scorso anno, l'ENAC si prefiggeva lo scopo di ridurre i tempi di attesa dando, quindi, una più efficace risposta alle esigenze dell'utenza dovuto all'azzeramento delle verifiche prettamente tecniche effettuate dall'ENAC.

Gli scenari standard preparati da ENAC, in funzione delle fasce di massa operativa al decollo e dell'ambiente operativo, identificano delle prescrizioni tecnico operative in base all'esposizione al rischio, tali da garantire i livelli di sicurezza previsti dal Regolamento ENAC.
Applicando gli scenari standard l'operatore è sollevato da tutte le valutazioni tecniche di analisi del rischio in quanto aprioristicamente effettuate da ENAC e, di fatto, con la sua domanda dichiara di avere un mezzo idoneo per operare nello scenario di competenza e di rispettare tutte le condizioni in esso previste.

Per quanto sopra si è ritenuto di emendare il regolamento al fine di estendere il regime di Dichiarazione anche alle operazioni specializzate critiche in scenari standard.

Si comunica, inoltre, che sono state messe in atto tutte le modifiche informatiche che a breve renderanno applicabile le modifiche regolamentari.

Pertanto, fino a diverso avviso che sarà tempestivamente pubblicato nel sito dell'ENAC, gli operatori che intendono svolgere operazioni critiche in scenari standard sono pregati di continuare ad inviare la domanda di autorizzazione con le modalità attualmente in vigore.
Con l'entrata in vigore del presente emendamento non è più richiesto l'invio ad ENAC del report annuale delle attività che dovrà essere mantenuto presso l'operatore e fornito, a richiesta, all'ENAC.


Roma, 28 settembre 2017 -   Courtesy translation - Remotely Piloted Aerial Vehicles Regulation Issue No. 2 dated 16 July 2015, Revision 3 dated 24 March 2017


Roma, 23 maggio 2017 - Si comunica che è stata pubblicata la Nota Informativa NI-2017-007 del 17.5.2017 "Implementazione degli scenari standard per le operazioni specializzate critiche di aeromobili a pilotaggio remoto" che in attesa di specifico emendamento del Regolamento "Mezzi aerei a pilotaggio remoto" intende introdurre l'utilizzo di scenari standard quale mezzo di rispondenza al Regolamento. L'introduzione degli scenari standard comporta un beneficio nella tempistica del processo di autorizzazione, abbattendo notevolmente i tempi di attesa e dando quindi una più efficace risposta alle esigenze dell'utenza.
​Gli scenari Standard prevedono la possibilità di svolgere operazioni critiche in ambiente urbano e extraurbano fornendo, in funzione di esso e del peso massimo al decollo (incluso il payload) le rispettive condizioni tecnico operative e limitazioni.​
Inoltre dalla valutazione del rischio associato alle operazioni l'ENAC ha inoltre ravvisato la necessità di non consentire operazioni specializzate in area urbana con APR di massa operativa al decollo maggiore di 10 kg a meno che il SAPR non soddisfi i requisiti regolamentari di cui all'articolo 10 comma 6." 

Roma, 7 febbraio 2017 - Si porta a conoscenza che sulla città del Vaticano e sulla città di Roma insistono delle zone (LI P243 e LI P244) in cui è vietato il sorvolo, per motivi di sicurezza, dal suolo fino a 3500 FT AMSL (circa 1067 metri di altezza).
Tale divieto si applica a tutti gli aeromobili, inclusi i mezzi a Pilotaggio Remoto (cd. Droni) e agli aeromodelli.
È fatto obbligo a tutti osservare e far osservare quanto indicato, segnalando prontamente eventuali inottemperanze agli Organi di Pubblica Sicurezza.
Per saperne di più vai alla pagina Divieti di sorvolo


Roma, 3 gennaio 2017 -   Courtesy translation - Remotely Piloted Aerial Vehicles Regulation Issue No. 2 dated 16 July 2015, Revision 2 dated 22 Dec. 2016


Roma, 29 dicembre 2016 - Si comunica che il Consiglio di Amministrazione dell'ENAC con delibera n. 21/2016 ha approvato, in data 22 dicembre 2016, l'emendamento 2 dell'edizione 2 del Regolamento "Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto".
L'emendamento 2 si è reso necessario, in particolare, per modificare la norma transitoria prevista dal comma 1 b) dell' art. 37 "Decorrenza e norme transitorie".
Nel dettaglio, alla luce dell'elevato numero di domande di approvazione dei Centri di Addestramento che non avrebbe consentito la chiusura dei procedimenti nei tempi tali da rispettare la scadenza prevista, si è proceduto a differire al 30 giugno 2017 la validità delle qualificazioni dei piloti già rilasciate ai sensi della precedente edizione del Regolamento.
In aggiunta, si è colta l'occasione per ampliare il comma 2 dell'art. 29 "Comunicazioni di eventi e indagini", per individuare in ENAC il soggetto che ha la responsabilità di effettuare le indagini a seguito di incidenti e inconvenienti gravi per SAPR di massa operativa al decollo inferiore a 25 kg.


Roma, 16 settembre 2016 - L'ENAC semplifica le procedure per il rilascio delle autorizzazioni per operazioni specializzate critiche.
A seguito dell'esperienza acquista nella valutazione delle domande finora esaminate, è emersa una estesa similarità degli scenari operativi di riferimento, permettendo di introdurre importanti elementi di semplificazione dei procedimenti autorizzativi. Sono stati quindi definiti alcuni scenari standard in funzione delle fasce di peso, che consentono di associare agli stessi prescrizioni tecniche operative in base all'esposizione al rischio, tali da garantire i livelli di sicurezza previsti dal Regolamento ENAC.
L'introduzione degli scenari standard, semplificando le modalità degli accertamenti necessari, comporta un beneficio nella tempistica del processo di autorizzazione, abbattendo notevolmente i tempi di attesa e dando quindi una più efficace risposta alle esigenze dell'utenza.
L'ENAC si riserva comunque la facoltà di condurre specifiche ispezioni sugli operatori al fine di verificare la conformità delle operazioni ai requisiti del Regolamento.


Roma, 30 giugno 2016 - Si informa che dal 1° luglio 2016 i possessori di SAPR impiegati per operazioni specializzate possono effettuare la registrazione, cos​ì come richiesto dal Regolamento ENAC sui mezzi a pilotaggio remoto, sul sito​ ​www.D-Flight.it , che sarà operativo dalla stessa data.
Nella prima fase di applicazione delle procedure di registrazione ed identificazione sarà fornito il solo codice QR da applicare sull'APR. Successivamente sarà fornito anche il dispositivo elettronico da installare a bordo per l'identificazione in volo.
Nella fase iniziale non è prevista fatturazione di tariffe per la registrazione degli APR.


Roma, 14 giugno 2016 - Al fine di dare attuazione a quanto previsto dall'art. 9 comma 2 del Regolamento Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto, si informa che è online il modulo "Dichiarazione resa ai sensi dell'art. 11 del Regolamento ENAC Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto" in formato .pdf che deve essere presentato dall'operatore per lo svolgimento delle operazioni specializzate non critiche.

Il modulo deve essere compilato utilizzando esclusivamente il software Adobe Acrobat Reader scaricabile gratuitamente dal sito acrobat.adobe.com;
Gli utenti che abbiano in dotazione sistemi MAC OS dovranno utilizzare Adobe Acrobat Reader 11 (nel sito acrobat.adobe.com si dovrà quindi specificare il sistema operativo e la versione del software desiderata).

L'operatore deve apporre sul modulo pdf la propria Firma Digitale o, in alternativa, la firma olografa accanto al QR-CODE generato dopo la compilazione del modulo pdf. Nel caso dell'apposizione di firma olografa è necessario allegare, seguendo sempre le istruzioni presenti all'interno del modulo, anche copia del documento di identità.
Gli operatori devono far pervenire il modulo esclusivamente all'indirizzo PEC servizionline@pec.enac.gov.it seguendo le istruzioni fornite nel medesimo modulo.

Si segnala che per tutte le REGISTRAZIONI avvenute entro il 14/06/2016 e per le quali non sono state ancora emesse fatture, le stesse saranno emesse direttamente dalla Funzione Organizzativa Fatturazione e dovranno essere saldate per l'importo riportato in fattura.

Per tutti coloro che useranno il modulo on-line, dopo il 14/06/2016, "Dichiarazione resa ai sensi dell'art. 11 del Regolamento ENAC Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto" il pagamento avverrà come sotto riportato.

La procedura di pagamento prevede che la persona fisica/giuridica che intende sottoscrivere la dichiarazione dovrà registrarsi presso i Servizi Online dell'Ente, effettuare il pagamento della tariffa N43 "Diritti Rilascio Dichiarazioni e duplicati - SAPR Dichiarazioni operazioni specializzate non critiche" e riportare poi nel modulo di dichiarazione gli estremi della fattura che sarà emessa e che l'utente riceverà via email. 

(In caso di pagamenti per c/terzi seguire le indicazioni riportate nella sezione Servizi OnLine)

In considerazione dell'introduzione del nuovo sistema, che rende l'azione dell'Ente più efficace e celere nella risposta, tutti gli operatori che hanno inviato la dichiarazione e non risultano ancora pubblicati sono invitati a ripresentare la dichiarazione utilizzando il modulo pdf: ciò al fine di evitare disparità di trattamento tra gli utenti.
A partire dal 1° gennaio 2017 rimarrà in vigore soltanto il nuovo database relativo alle "Dichiarazioni rese dagli operatori a far data dal 16 settembre 2015".
Pertanto, sono invitati a registrarsi nel nuovo database:

  • tutti gli operatori ancora interessati, presenti esclusivamente nei precedenti elenchi
  • tutti gli operatori che, pur presenti nell'attuale database, intendano aggiornare la loro flotta con SAPR presenti nelle elenchi precedenti.

Circolare LIC-15 del 9 giugno 2016 - Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto - Centri di Addestramento e Attestati Pilota

LG 2016/003-NAV - Ed. n.1 del 1° giugno 2016 - Aeromobili a pilotaggio remoto con caratteristiche di inoffensività

Disposizione 32/DG del 31 maggio 2016 - Regolamento "Mezzi aerei a pilotaggio remoto" - Dilazione termini di applicazione delle norme transitorie

Regolamento "Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto", Edizione 2, Emendamento 2 del 22 dicembre 2016

Disposizione 29/DG del 1° aprile 2016 - Regolamento "Mezzi aerei a pilotaggio remoto" - Dilazione termini di applicazione delle norme transitorie

Lettera 136156/CRT del 29 dicembre 2015 - Regolamento "Mezzi aerei a pilotaggio remoto" - Chiarimenti

L'ENAC diffida gli Operatori e le Organizzazioni di addestramento, seppur riconosciuti, a utilizzare il logo dell'Ente su prodotti editoriali, siti web, iniziative e ogni analoga forma di comunicazione e pubblicità diffusa con altri mezzi.


Pagina aggiornata al 22 giugno 2018

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

Torna alla navigazione interna