ENAC



Servizi e informazioni

torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna


Contenuto della pagina

Reclami

Il Passeggero che ha subito un negato imbarco, una cancellazione o un ritardo prolungato del volo e intende reclamare, dovrà rivolgersi alla compagnia aerea che ha operato il volo e/o al Tour Operator con il quale è stato stipulato il contratto di trasporto allegando al reclamo copia del biglietto e delle ricevute di eventuali spese sostenute a causa del disservizio.

In assenza di specifiche procedure di reclamo previste dalle singole compagnie aeree, si rende di seguito disponibile, in versione italiana e inglese, il modulo di reclamo predisposto dall'Unione europea:

Solo nel caso in cui la risposta della compagnia aerea non sia pervenuta entro sei settimane dall'invio del reclamo o sia ritenuta non coerente con quanto previsto dal Regolamento (CE) 261/2004, si potrà presentare reclamo all'ENAC, compilando il modulo on-line.

Il reclamo del Passeggero attiva le verifiche dell'Ente per l'accertamento di possibili violazioni ai soli fini sanzionatori dei soggetti inadempienti e contribuisce al monitoraggio della qualità dei servizi offerti all'utenza.

L'attività dell'ENAC non è rivolta a soddisfare le richieste risarcitorie del Passeggero, né a fornire assistenza legale o servizi di consulenza.

L'ENAC comunica al Passeggero, ai fini della trasparenza, l'esito delle verifiche.

Si ricorda che le dichiarazioni del Passeggero in merito alla non corretta gestione da parte della compagnia aerea del disservizio subìto rappresentano una assunzione di responsabilità.

I reclami presentati all'ENAC vengono trattati dalle Sedi dell'aeroporto nazionale dove si è verificato il disservizio, oppure dove il volo è atterrato per i disservizi occorsi in Paesi terzi, cioè al di fuori dell'Unione europea, della Norvegia, dell'Islanda e della Svizzera.

Nel caso di disservizi relativi a voli in partenza da un Paese dell'Unione europea, dalla Norvegia, dalla Islanda e dalla Svizzera o per i voli in arrivo da Paesi terzi verso l'Unione europea (compresi Norvegia, Islanda e Svizzera) si potrà presentare reclamo agli Organismi responsabili del paese in cui il disservizio si è verificato.

Invio on line del reclamo sul mancato rispetto del Regolamento CE 261/2004


Pagina aggiornata al 2 febbraio 2017

vai a inizio pagina


Navigazione contestuale

La Carta dei Diritti del Passeggero

Torna alla navigazione interna