Informazioni generali e Avvisi

Roma, 22 novembre 2019 - Le dichiarazioni per operazioni specializzate devono essere inviate all'indirizzo servizionline@pec.enac.gov.it fino al 29 febbraio 2020.
Alle dichiarazioni inviate ad altri indirizzi non sarà dato alcun riscontro.

A partire dal 1° marzo 2020 le dichiarazioni devono essere rese tramite l’accesso al portale d-flight.

AVVERTENZA: dal 1° luglio 2020 le dichiarazioni già rese dagli operatori per operazioni specializzate tramite il sito ENAC decadono di validità. Entro il predetto termine tali dichiarazioni devono essere confermate tramite inserimento, senza oneri aggiuntivi, nel sito d-flight.


Roma, 15 novembre 2019 - Si comunica che è disponibile l'Edizione 3 dell'11 novembre 2019 del Regolamento "Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto". Il Regolamento entra in vigore a decorrere dal trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione (15 novembre 2019) nel sito internet dell’Ente e annulla e sostituisce l’Edizione 2 Emendamento 4 del 21 maggio 2018.


Roma, 9 luglio 2019 - Con riferimento alle operazioni degli APR nelle vicinanze degli aeroporti, all’interno delle zone di traffico aeroportuale (ATZ) e nelle zone di controllo (CTR) per le quali è richiesta una riserva di spazio aereo di cui al Regolamento ENAC “Mezzi Aerei a Pilotaggio remoto” e alla Circolare ATM-09, il nulla osta deve essere richiesto, contestualmente all’acquisizione del parere ATS da parte di ENAV SpA o di Aeronautica Militare, a seconda del caso, via PEC all'indirizzo protocollo@pec.enac.gov.it alla Direzione Aeroportuale competente mediante presentazione del speciale “Modello ATM-09”  Allegato “C” alla Circolare ENAC ATM-09 completo di ogni dato richiesto. Il nulla osta all’utilizzo dello spazio aereo verrà rilasciato dalla Direzione Aeroportuale all'esito del procedimento.


Gli scenari standard preparati da ENAC, in funzione delle fasce di massa operativa al decollo e dell'ambiente operativo, identificano delle prescrizioni tecnico operative in base all'esposizione al rischio, tali da garantire i livelli di sicurezza previsti dal Regolamento ENAC.
Applicando gli scenari standard l'operatore è sollevato da tutte le valutazioni tecniche di analisi del rischio in quanto aprioristicamente effettuate da ENAC e, di fatto, con la sua domanda dichiara di avere un mezzo idoneo per operare nello scenario di competenza e di rispettare tutte le condizioni in esso previste.

Le operazioni condotte nell’ambito di uno scenario standard non esimono l’operatore/pilota APR dall’applicazione delle prescrizioni riportate nella Circolare ENAC ATM-09 relativamente ai criteri di utilizzo dello spazio aereo.


Il  Regolamento "Mezzi aerei a pilotaggio remoto" disciplina tra l'altro anche le norme di circolazione e le relative limitazioni nell'utilizzo dello spazio aereo, come descritto nella pagina Gestione attività droni nello spazio aereo.

Aggiornato al
VEDI ANCHE
VEDI ALTRI