La partecipazione internazionale

L’ENAC collabora attivamente con le Organizzazioni nazionali ed internazionali al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi comuni di protezione ambientale.

La cooperazione con l’ICAO

In seno all’ICAO (International Civil Aviation Organisation) è istituito un organismo tecnico, il Comitato per la Protezione Ambientale (Committee on Aviation Environmental Protection - CAEP), ed è preposto alla gestione dell’Annesso 16 (Environmental Protection) dell’ICAO.

Il CAEP assiste il Consiglio nella formulazione di nuove politiche e nell'adozione di nuovi standard e pratiche raccomandate (SARP) relativi al rumore e alle emissioni gassose degli aeromobili e, più in generale, all'impatto ambientale dell'aviazione.

L’attuale struttura del CAEP è organizzata in Gruppi di Lavoro di natura tecnico-specialistica per specifici argomenti; la stessa è schematizzata qui di seguito:

Struttura del CAEP

L’ENAC, in rappresentanza dell’Italia, portando il proprio contributo con personale esperto dei vari settori specifici, partecipa ai seguenti Gruppi di Lavoro:

  • Working Group 1 (WG1) – Rumore
  • Working Group 2 (WG2) – Aeroporti e Operazioni;
  • Alternative Fuels Task Force (AFTF) – Task Force per i Carburanti Alternativi;
  • Global MBM Technical Task Force (GMTF) – Task Force tecnica per le Misure basate sul Mercato
  • Forecast and Economic Analysis Support Group (FESG) – Gruppo di supporto per la previsione e le analisi economiche

La cooperazione con l’ECAC

Con riferimento alla partecipazione alle attività svolte in ambito Europeo, l’ENAC rappresenta l’Italia all’interno della Conferenza Europea per l’Aviazione Civile (ECAC) cooperando all’interno dei seguenti Gruppi Tecnici che si occupano di Protezione Ambientale:

  • l’Environmental Aviation and Environment Group (EAEG), composto dai rappresentanti degli Stati ECAC, che effettua le valutazioni sulla priorità ambientali europee, sui temi emergenti, sulle necessità di armonizzazione, coordinamento e sostegno agli Stati ECAC, anche al fine di perseguire una politica coordinata a livello Europeo per l’implementazione delle risoluzioni dell’ICAO;
  • l’Environmental Forum, composto dai rappresentanti degli Stati ECAC e dagli Stakeholders, con il compito di condividere le best practices su come affrontare al meglio gli impatti ambientali dell'aviazione;
  • AIRMOD (Aircraft Noise Modelling), gruppo specialistico facente capo all’EAEG, composto da esperti tecnici, che si occupa della gestione del Doc. 29 dell’ECAC (modellazione del rumore prodotto dagli aeromobili).
Aggiornato al
VEDI ANCHE
VEDI ALTRI