Verifica di Autenticità della LMA/C.I.T.

Verifica di autenticità della LMA/C.I.T.

Enac può rilasciare una verifica di autenticità su LMA/C.I.T. da lui emessi a richiesta di altre autorità aeronautiche di Stati esteri, ovvero da parte del titolare stesso della LMA/C.I.T..

Procedimento per le Autorità Aeronautiche estere

L’autorità estera richiedente la verifica deve inviare la relativa richiesta alla Direzione Regolazione Navigabilità all’indirizzo email dedicato: aml.verification@enac.gov.it, specificando:

1. I dettagli della LMA/C.I.T. (allegando eventuale copia del documento forniti dal titolare) per i quali si richiede la verifica di autenticità;

2. I dettagli del titolare della LMA/C.I.T.;

3. Le informazioni addizionali eventualmente richieste al riguardo della LMA/C.I.T.

La Direzione Regolazione Navigabilità, raccolte le informazioni necessarie sulla base delle registrazioni disponibili sul sistema informatico, con un eventuale coinvolgimento della Direzione Operazioni competente (quella che ha gestito l’ultima operazione sulla LMA/C.I.T.), provvede ad inviare la verifica richiesta all’Autorità, utilizzando l’indirizzo email da cui ha ricevuto la richiesta (oppure uno alternativo indicato nella stessa), avendo ottenuto dal titolare:

(a).Consenso al rilascio delle informazioni richieste dall’Autorità estera per la sua LMA/C.I.T.;

(b).Copia conforme (a colori) del proprio documento di identità in corso di validità;

(c). Dichiarazione di non avere in corso procedimenti di limitazione, sospensione o revoca della LMA/C.I.T. interessati e di essere consapevole delle responsabilità penali e degli effetti amministrativi (inclusi ad es. non accoglimento della richiesta) derivanti dalla falsità in atti e dalle dichiarazioni mendaci, così come previsto dagli art. 75 e 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000.

Procedimento per il Titolare

Il titolare LMA/C.I.T. richiedente la verifica deve inviare la relativa richiesta all’indirizzo PEC ENAC (protocollo@pec.enac.gov.it) all’attenzione della Direzione Operazioni competente (quella che ha gestito l’ultima operazione sulla LMA/C.I.T.) specificando:

1. i dettagli della LMA/C.I.T. (allegando copia del documento attualmente in suo possesso) per i quali si richiede la verifica di autenticità;

2. le informazioni addizionali al riguardo della LMA/C.I.T. eventualmente a lui richieste dall’Autorità Estera o da altra organizzazione interessate all’ottenimento della verifica di autenticità;

3. consenso al rilascio delle informazioni richieste per la sua LMA/C.I.T.;

4. copia conforme (a colori) del proprio documento di identità in corso di validità;

5. copia del Bonifico eseguito sul conto ENAC secondo le modalità rese disponibili nel Sito istituzione Enac per l’importo previsto in accordo al Regolamento per le Tariffee Enac (art. 38.14, più spese e diritti accessori di cui all’art. 7, vedi anche Tariffe LMA );

6. Dichiarazione di non avere in corso procedimenti di limitazione, sospensione o revoca della LMA/C.I.T. interessati da parte di Enac e di essere consapevole delle responsabilità penali e degli effetti amministrativi (inclusi ad es. non accoglimento della richiesta) derivanti dalla falsità in atti e dalle dichiarazioni mendaci, così come previsto dagli art. 75 e 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000;

La Direzione Operazioni competente (quella che ha gestito l’ultima operazione sulla LMA/C.I.T.), raccolte le informazioni necessarie sulla base delle registrazioni disponibili sul sistema informatico, provvede ad inviare la verifica richiesta al richiedente, utilizzando l’indirizzo email di posta certificata da cui ha ricevuto la richiesta.

Eventuali richieste successive, a seguito di modifiche alla LMA/C.I.T. o richieste di verifica di autenticità verso altra Autorità Aeronautica o organizzazione/compagnia aerea aggiuntiva devono essere trattate separatamente e comportano un addebito separato per l’importo previsto in accordo al Regolamento per le Tariffe Enac.

 

 

 

Aggiornato al
VEDI ANCHE
VEDI ALTRI