State Safety Programme

Gli standard e pratiche raccomandate contenuti negli Annessi alla Convenzione di Chicago ICAO, ed in particolare l'Annesso 19, richiedono agli Stati contraenti di predisporre uno State Safety Programme al fine di definire e mantenere un livello accettabile di prestazione della sicurezza dell'Aviazione Civile.

Lo State Safety Programme - Italy (Programma Nazionale per la Safety dell'Aviazione Civile) è pertanto il documento programmatico dello Stato
che descrive l'insieme organico delle politiche, delle attività e degli obiettivi di sicurezza ed è finalizzato al raggiungimento e al mantenimento di un accettabile livello di sicurezza anche attraverso il miglioramento delle attività istituzionali di regolazione, certificazione e sorveglianza.

Lo State Safety Programme - Italy è stato predisposto congiuntamente dalle istituzioni aeronautiche nazionali (ENAC, Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, ANSV, Aeronautica Militare, ENAV ed Aero Club d'Italia) e si è uniformato allo schema fornito dal ICAO nella edizione 4 del Doc. 9859, attualizzandolo alla realtà organizzativo-istituzionale nazionale; esso è, inoltre, coerente con le indicazioni fornite dall'Unione europea agli stati membri con l'edizione 2 dell'European Aviation Safety Programme (EASP).

Safety Performance Indicators (SPI)

Lo State Safety Programme – Italy, prevede che lo Stato italiano definisca degli indicatori per misurare il livello di sicurezza raggiunto nel settore dell’aviazione civile in Italia. Tali indicatori vengono definiti Safety Performance Indicators (o SPI) e permettono di verificare il raggiungimento ed il mantenimento di un accettabile livello di prestazione di Safety.

Normativa di riferimento

  • ICAO Annex 19 "Safety Management", consultabile a pagamento sul sito web ICAO
  • Safety Management Manual ICAO (doc.9859), consultabile a pagamento sul sito web ICAO
  • European Aviation Safety Programme (EASP)

 

Aggiornato al
VEDI ANCHE
VEDI ALTRI