Modifiche all'approvazione Parte 145

Nel caso in cui l’impresa abbia richiesto la transizione all’approvazione secondo Parte CAO, le modifiche all’approvazione sono gestite in accordo a quanto previsto nella specifica fase/sottofase del processo di transizione alle nuove approvazioni secondo Parte CAO

AVVERTENZA: Nell’ambito dell’applicazione del processo di transizione sopra richiamato (quando questo è applicabile, ossia per impresa con abilitazioni solo per aeromobili diversi da CMPA non usati da titolari di licenza secondo Reg.(CE) 1008/2008), nel momento in cui ENAC rilascia all’impresa di manutenzione, il certificato di approvazione in accordo alla Parte CAO, l’impresa interessata è chiamata a restituire il proprio certificato EASA Form 3-145. Di conseguenza decadono, e devono essere restituite modificando al contempo come necessario le procedure e la manualistica aziendale, tutte le eventuali certificazioni/approvazioni/riconoscimenti da essa possedute in virtù del possesso dell’approvazione secondo Allegato II (Parte 145) al Regolamento (UE) 1321/2014, incluse quindi quelle ottenute nell’ambito dell’applicazione delle previsioni degli accordi BASA EU-USA , EU-CANADA e EU-BRAZIL e nei relativi MAG (tutti tali accordi hanno come presupposto il possesso da parte dell’impresa di manutenzione di una approvazione secondo Allegato II (Parte 145) al Regolamento (UE) 1321/2014). Ne consegue che, dal medesimo momento, l’impresa non ha più il dritto di esercitare i privilegi connessi a quest’ultime approvazioni incluso, quando applicabile, il privilegio di poter emettere, se ne ricorrono le condizioni, un EASA Form 1 dual release per le parti in abilitazione.

Il paragrafo 145.A.85 identifica le modifiche/variazioni che l'impresa approvata Parte 145 deve notificare, ad eccezione dei casi di provata impossibilità, alla Direzione/Ufficio Operazioni dell'Enac competente per territorio prima che esse entrino in vigore al fine di consentire ad Enac di verificare il continuo rispetto dei requisiti della Parte 145 della Parte M e come applicabile alla Parte ML. In caso di proposte di variazione per il personale che non fossero note in anticipo alle persone responsabili delle funzioni chiave dell'impresa, queste devono essere notificate al più presto possibile

La tabella "Modifiche all'approvazione Parte 145" identifica alcune delle possibili casistiche, e le relative modalità di notifica.

Il processo di modifica dell'approvazione segue, per quanto applicabile e con criteri di analogia, le fasi del processo di rilascio dell'approvazione.

Nel periodo di tempo in cui la modifica è implementata Enac può stabilire le opportune condizioni che consentano all'impresa di continuare a operare nel rispetto dei requisiti applicabili.

Come fare la domanda/notifica?

Per la modifica dell'approvazione secondo Parte 145, le imprese interessate dovranno presentare, alla Direzione/Ufficio Operazioni dell'Enac competente per territorio, la relativa domanda (Modello 2 AESA) o la notifica firmata dal legale rappresentante dell'impresa o suo delegato.

La domanda o la notifica devono essere correttamente compilate/formulate e complete in ogni loro parte/contenuto informativo, inclusa la documentazione allegata. L'efficacia e l'efficienza con cui progredisce il successivo processo di certificazione ENAC, dipende in buona parte dalla qualità, dalla completezza e dalla congruità delle informazioni contenute e allegate alla domanda/notifica. La non completezza della domanda/notifica e della documentazione allegata può causare il rigetto della domanda/notifica.

Che cosa devo includere nella Domanda/Notifica?

La pagina "Allegati alla domanda modello 2 AESA / notifica della variazione AMO-145 descrive la documentazione che tipicamente deve essere inviata contestualmente dal richiedente.

Se la vostra impresa detiene anche una approvazione FAA secondo FAR 145, e/o TCCA secondo CAR 573, e/o ANAC secondo RBAC 145 (pagina in costruzione), queste approvazioni di norma dovranno normalmente riflettere le variazioni introdotte nella approvazione Parte 145. La Vostra impresa deve quindi produrre la necessaria modulistica e documentazione richiesta dai rispettivi processi di modifica delle approvazioni previsti in accordo alle appropriate sezioni del MAG associato al relativo BASA sottoscritto con la UE.

Cosa accade successivamente?

Di seguito sono riassunti i principali passaggi del processo:

  1. Alla ricezione della Domanda/notifica, la Direzione/Ufficio Operazioni dell'Enac competente per territorio assegna la richiesta al relativo team Leader (ispettore incaricato-TL), assegnato all'Impresa.
  2. Il team incaricato effettuerà una valutazione iniziale della domanda, del MOE e della restante documentazione allegata e si metterà in contatto con l'impresa per eventuali chiarimenti preliminari, per confermare l'accettabilità della domanda e la convocazione se necessario di un incontro.
  3. Il TL e i membri del team effettueranno una o più verifiche a fronte dei requisiti applicabili in relazione alla variazione richiesta presso le sedi richieste (sedi di infrastrutture di manutenzione di base e linea), e presso gli eventuali subfornitori sotto contrato operanti sotto il sistema qualità, al fine di accertare la rispondenza dell'impresa, inviandovi le eventuali non conformità riscontrate nel corso delle verifiche. Il team sarà accompagnato dal Quality Manager o da altra persona responsabile dell'impresa da essa delegato allo scopo, al fine di garantire che l'impresa sia a conoscenza in tempo reale di ogni rilievo emerso. Nel corso di queste verifiche (preferibilmente durante i meetings di apertura e di chiusura) il team incontrerà l'Accountable Manager, in particolare se variato, per le finalità stabilite dalla parte 145 (rif. 145.B.20(4)).
  4. Il team, se applicabile, esaminerà la qualificazione del nuovo personale responsabile (nominated persons o altri ruoli per i quali è richiesta l’accettazione attraverso la firma del Form 4- rif. ad es. 145.A.30(b) e 145.A.30(c), AMC 145.A.30(b), AMC 145.A.30(c), 145.A.30(e), 145.A.30(f) ecc. e relative AMC e GM) ed effettuerà di norma colloqui con i candidati proposti. La portata e le finalità del colloquio saranno decise dal TL sulla base delle risultanze dell'analisi della qualificazione posseduta. L'accettazione è formalizzata con la firma degli EASA Form 4. Nel caso in cui l'impresa richieda di poter esercitare i privilegi consentiti dalla normativa e connessi ad attività non connesse direttamente all'esecuzione della manutenzione (ad es. esecuzione della revisione dell'aeronavigabilità degli aeromobili), iI team effettuerà le necessarie attività di verifica della qualificazione e delle competenze del personale assegnato in accordo ai pertinenti requisiti (vedi 145.A.30(e) e 145.A.30 (k)/ML.A.901/ML.A.904).
  5. Se sono state riscontrate delle non conformità durante le suddette verifiche, queste sono notificate per iscritto. Tutte le non conformità notificate devono essere analizzate dall'impresa, identificando e concordando con il TL le relative azioni correttive, e confermando allo stesso l'effettiva implementazione delle stesse. Eventuale ulteriori visiti di follow-up possono essere richieste dal TL.
  6. Una volta che le non conformità riscontrate durante le verifiche ispettive (audit), relative alla domanda presentata, sono state chiuse in modo ritenuto soddisfacente, il TL redigerà un rapporto di raccomandazione per la propria struttura ai fini del rilascio dell'approvazione e modificherà come necessario il piano di sorveglianza biennale.
  7. L'impresa può iniziare ad effettuare e rilasciare in servizio attività manutentive dopo che avrà ricevuto le relative certificazioni/autorizzazioni rilasciate da Enac in accordo alle prerogative dei requisiti applicabili, e solo dopo aver verificato che sono ad essa disponibili, nel rispetto dei requisiti applicabili e delle procedure approvate, tutte le necessarie infrastrutture, gli equipaggiamenti, le attrezzature, i materiali, i dati di manutenzione, i Certifying/Support Staff (come applicabile), gli Airworthiness Review Staff (quando applicabile), e il personale richiesto opportunamente qualificati e come necessario in possesso delle approvate autorizzazioni/licenze.
Aggiornato al
VEDI ANCHE
VEDI ALTRI